Salvini: «Certe associazioni islamiche sono incostituzionali»

La notizia del doppio ricorso del Coordinamento delle associazioni islamiche suscita ovviamente reazioni di ogni genere. I musulmani vorrebbero impugnare la legge regionale «anti-moschee». E dal Pirellone risponde l'assessore all'Urbanistica Viviana Beccalossi, ispiratrice con la Lega della legge limita la realizzazione di luoghi di culto. Beccalossi chiama in causa il coordinatore del Caim Davide Piccardo: «Ritengo utile e opportuno d'ora in poi ignorare le affermazioni che giungono da quella direzione». Il capogruppo regionale Fdi, Riccardo De Corato, ironizza: «Meno male che c'è il Piccardo...Stai a vedere che forse riesce lui a fermare le moschee di Sala». E ricorda che il piano del Comune «fu un pasticcio colossale dell'assessore Majorino». La Lega non si tira indietro: «Per me è incostituzionale la presenza di certe realtà islamiche a Milano e in Italia - commenta il segretario Matteo Salvini - Fosse per me non gli darei neanche mezzo metro di spazio». Dal Comune, il vicesindaco Anna Scavuzzo risponde timidamente: «Prendiamo atto della scelta del Caim. Non possiamo però che ribadire le ragioni che ci hanno portato a quella decisione». La consigliera Pd Sumaya Abdel Qader, ex dirigente Caim, fa il tifo per l'alleanza Comune-moschee: «Il Caim non vuole fare una battaglia contro il Comune - assicura - anche perché non chiede un risarcimento, nonostante siano stati spesi migliaia di euro per un bando. Anzi, vuole il Comune come partner contro la legge regionale. È un'opportunità per muoversi in questa direzione».

AlGia

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di nando49

nando49

Mar, 08/11/2016 - 09:36

Abbiamo fatto finta di non vedere le oltre 200 moschee abusive. Abbiamo tollerato per troppo tempo l'invasione incontrollata e invece di correre ai ripari, si paventa la possibilità di costruire moschee. Se dovesse vigere il principio di "reciprocità" non solo non si dovrebbero costruire moschee ma dovremmo rimandare indietro tutti coloro che sono clandestini.