San Patrignano: storie di droga e di riscatto sul palcoscenico

San Patrignano: storie di droga e di riscatto sul palcoscenico

Ci saranno Silvia e Diego sul palco del teatro Franco Parenti questa mattina a raccontare la loro storia. Davanti a loro 500 studenti delle scuole superiori milanesi. Ad accomunare i due ragazzi un passato doloroso fatto di cadute, bugie, relazioni distrutte. Due ragazzi, una di Trento, l'altro di Todi, con alle spalle storie e famiglie molto diverse, in comune la tossicodipendenza da cui sono usciti e una nuova vita davanti. In mezzo, la comunità di San Patrignano, dove Silvia e Diego hanno fatto il loro cammino. S'intitola «Ragazzi Permale», lo spettacolo di prevenzione del progetto «WeFree» ideato e organizzato dalla comunità di San Patrignano, grazie al prezioso sostegno di Only The Brave Foundation.

Dal 2010 ad oggi sono stati realizzati in Lombardia 22 spettacoli teatrali di prevenzione, rivolti a oltre 10mila studenti. Nessuna volontà di insegnare, ma solo cercare di sensibilizzare i giovani e farli riflettere, in un periodo delicato della loro vita che è l'adolescenza, L'attore e regista Francesco Apolloni accompagna i due protagonisti nei meandri dei loro ricordi, del loro vissuto e delle loro emozioni per «lasciare dei semi nei ragazzi che man mano incontrano» spiegano da WeFree. «È emozionante e a tratti imbarazzante stare sul palco - racconta Silvia, al suo decimo spettacolo - certo, prima di salire provo sempre un po' di agitazione e mi capita anche di commuovermi quando arrivo verso la fin della mia storia, ma c'è anche la consapevolezza di essere riuscita a mettere insieme dei pezzi del puzzle della mia personalità e di riuscire a toccare gli altri ragazzi». Sono moltissimi gli studenti che ogni volta aspettano i ragazzi di San Patrignano al termine dello spettacolo per chiedere consigli. Solo quest'anno dalla Lombardia sono entrati in comunità 42 adolescenti, 33 nel 2017.

Commenti