Sea dona agli alpini un fabbricato temporaneo di Linate

Cerimonia di consegna del prefabbricato utilizzato come spazio temporaneo per i gate d’imbarco durante i lavori di restyling dell'aeroporto. La struttura sarà rimontata a Brescia e diventerà centro operativo e di formazione Ana e base logistica per gli specialisti della Protezione Civile Ana della Lombardia

Sea dona agli alpini un fabbricato temporaneo di Linate

Cerimonia di consegna da parte di Sea, la società che gestisce gli aeroporti di Milano, del fabbricato ex area imbarchi dell’aeroporto di Milano Linate all’Ana-Associazione nazionale alpini. Evento importante perché la struttura, realizzata da Sea nel 2019 come spazio temporaneo dedicato ai gate d’imbarco per permettere lo svolgimento dei lavori di restyling della nuova area del terminal, dopo l’ultimazione del progetto non è più operativo e può essere ceduto e essere utilizzato per un’altra finalità: il prefabbricato di circa 2 mila metri quadrati sarà smontato e portato in un'area messa a disposizione di Ana dal Comune di Brescia.

La sua nuova funzione sarà quella di centro operativo e di formazione Ana e base logistica per gli specialisti della Protezione Civile Ana della Lombardia e sarà rimontato a Brescia. Questo accordo è avvenuto grazie a Banco Building, organizzazione di volontariato che fa da ponte fra aziende e mondo no profit per eliminare gli sprechi e favorire la sostenibilità ambientale con il riutilizzo di materiali edili, arredamento, tessile e altro.

Alla cerimonia simbolica di consegna, durante la quale si è esibito il coro degli Alpini di Milano, sono intervenuti Alessandro Fidato chief operating officier di Sea, il presidente di Ana Sebastiano Favero, la vice sindaco di Milano Anna Scavuzzo e l'assessore alla Protezione Civile del Comune di Brescia Valter Muchetti. Con loro anche Silvio Pasero, presidente di Banco Building

“Siamo riusciti a terminare la nuova Linate nei tempi previsti. Consegnare oggi il fabbricato all’Associazione aazionale Alpini conferma il nostro impegno verso tutte le attività sostenibili. - ha dichiarato Alessandro Fidato -. Questa struttura, che altrimenti sarebbe stata demolita, da oggi avrà un importante e nuovo scopo a supporto della società. Grazie a Banco Building e a tutte le istituzioni che hanno reso possibile la realizzazione di questo accordo”.

"Milano e gli Alpini hanno un legame profondo, ribadito nel 2019 con la festa del Centenario dell'Associazione nazionale - ha detto la vicesindaco Anna Scavuzzo -. Affidare loro la gestione di uno spazio significa avere la certezza di custodirlo e valorizzarlo al meglio, e sono certa che l'attività di formazione per la Protezione Civile Alpini che qui svolgeranno sarà di grande importanza per tutta la comunità. Questo progetto, realizzato grazie anche all'opera virtuosa di recupero e riutilizzo dei materiali da parte di Banco Building, rappresenta al meglio l'idea di sostenibilità e collaborazione che deve guidare l'azione di chi amministra i beni pubblici”.

“L’Associane nazionale alpini vive in questa giornata, un’altra dimostrazione di stima e riconoscenza. Sea e Banco Building avendo deciso di donare all’Ana questa struttura confermano ancora una volta, che non siamo soli ad aiutare la nostra Patria e il nostro popolo. - ha sottolineato il presidente di Ana Sebastiano Favero -. Lo ha di recente dimostrato anche la collaborazione di molti nella realizzazione, in sette giorni, dell’ospedale da campo degli alpini a Bergamo e lo testimoniano tante altre piccole e grandi iniziative che l’Ana attua per il bene di chi è in difficoltà”.

“Banco Building – il banco delle cose – è felice di aver collaborato con Sea facendo in modo che questo bene potesse 'continuare a vivere' sostenendo così il prezioso lavoro dell’Ana e della Protezione Civile. - ha aggiunto Silvio Pasero -. Ci auguriamo che anche altre aziende possano contribuire alla nostra attività volta a coniugare la lotta allo spreco e il sostegno ai bisogni delle persone, insieme al Banco Alimentare e Banco Farmaceutico”.

“Esprimo una grande soddisfazione per questo importante momento, anzi una duplice soddisfazione. In primo luogo riconfermiamo il forte legame tra il Corpo degli Alpini e la nostra comunità, il nostro territorio, una storia lunga segnata da sacrificio, impegno e generosità. L'amicizia si rinforza quando si accettano insieme obiettivi sfidanti e al servizio della collettività. - ha aggiunto ancora Valter Muchetti -. L'esempio della Fondazione Nikolajewka rimane un punto di riferimento per tutti, ricordare chi non c’è più, aiutando i vivi. Inoltre, come assessore alla Protezione civile esprimo una grande gioia nel poter contare sull'appoggio del Comparto di protezione civile dell'Ana. Come amministrazione non potevamo perdere l'occasione di rinforzare la rete delle associazioni di volontariato che reggono questo comparto così delicato ed altrettanto fondamentale”.