Spacciava marijuana in una delle nicchie del Duomo di Milano

Spacciatore sorpreso da un addetto alla sicurezza mentre vendeva marijuana

Spacciava marijuana in una delle nicchie del Duomo di Milano

Spacciava in corso Vittorio Emanuele, tra le nicchie del Duomo. Tra i marmi, nascosto dalle innumerveoli nicchie che si susseguono lungo la fiancata esterna della basilica. Una manciata di euro per pochi grammi di marijuana. A pizzicarlo è stato un poliziotto in borghese che prestava servizio per la sicurezza del Duomo.

Come ricostruisce i fatti Gianni Santucci sul Corriere della Sera, lo spacciatore (un egiziano) era tenuto d’occhio da diverso tempo. Il poliziotto che lo ha arrestato fa parte del commissariato Centro, che ha sede in piazza San Sepolcro, a poche centinaia di metri di distanza dalla basilica meneghina. È stato beccato con 12 grammi di marijuana in tasca: l'erba era stata già divisa in bustine.

Secondo gli inquirenti, i compratori erano i ragazzini che, ogni giorno, affollano il centro storico dopo la chiusura delle scuole. Oltre al "riparo logistico" delle nicchie del Duomo, lo spacciatore si confondeva nel continuo via vai di passanti e turisti. Peccato che la nicchia, all'interno della quale spacciava, si sia trasformata in una sorta di trappola. Quando l'agente si è avvicinato per arrestarlo, l'egiziano si è ritrovato chiuso nell'angolo. A quel punto gli è stato impossibile fuggire.

Commenti