Tamponi e test rapidi: da Malpensa alla Cina il primo volo Covid free

Domani decollerà da Malpensa il primo volo intercontinentale Covid free, in piena sicurezza anticontagio. L'iniziativa nasce dalla collaborazione tra la Sea, il gestore aeroportuale che mette a disposizione gli spazi, e la compagnia Neos (gruppo Alpitour) che opera un volo settimanale per Nanchino, l'unico diretto tra Italia e Cina. Il fornitore del servizio sarà il gruppo ospedaliero San Donato.

La nuova procedura veloce (risultato in 30 minuti) è una verifica aggiuntiva rispetto al tampone obbligatorio richiesto ai viaggiatori; serve ad avere la certezza assoluta anche sulle ultime 48 ore, nelle quali il passeggero potrebbe aver contratto il virus ma non esserne a conoscenza. La creazione di corridoi «Covid free» è da tempo sollecitata anche dalla Iata, l'associazione mondiale dei vettori aerei, perchè ritenuta d'aiuto a una ripresa della domanda di voli, crollata in tutto il mondo.

A Malpensa il test salivare sarà effettuato prima dell'imbarco e il passeggero con esito negativo sarà avviato al gate, mentre quello positivo non avrà accesso all'aereo. La notizia della nuova
procedura di sicurezza che in Italia farà sicuramente da apripista ad altre compagnie e ad altri aeroporti, è un piccolo tassello positivo in un panorama desolante. Nella seconda settimana
di novembre il numero dei passeggeri tra Linate e Malpensa è calato del 93,3%, nella prima dell'88%, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. A Malpensa, deserta, i collegamenti di lungo raggio che resistono, oltre a Nanchino, sono New York, Doha, Dubai, Abu Dhabi e Addis Abeba. Quanto a Neos, seconda compagnia italiana, il suo volo per la Cina è operato con un Boeing 787 da 359 posti, di cui il 75% in vendita, come imposto dalle autorità di Pechino. Il volo è sempre completo e i passeggeri sono solo cinesi (in Italia è stata sospesa l'emissione dei visti); il prezzo minimo del biglietto, come si legge sul sito, è di 2.890 euro.

Neos, che come compagnia ha una vocazione turistica, ha sospeso gran parte dell'attività in attesa di tempi migliori. Oggi da Malpensa serve Dakar, fa un volo alla settimana per il Mali riservato a militari tedeschi, e trasporta, dove richiesto, i dipendenti dell'Eni. In Europa e in Italia le attività sono sospese. Tuttavia dei dieci aerei della flotta nessuno è a terra, sta andando bene il trasporto di merci dalla Cina (soprattutto di materiale sanitario) e tutti gli 800 dipendenti sono in servizio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Enricolatalpa

Mer, 18/11/2020 - 18:30

A dimostrazione che quando c'è la volontà di andare oltre, la fantasia per farlo e la buona disponibilità a soffrire insieme, anche i momenti bui servono a crescere. Selezione naturale, anche nel commercio è così. Chi passa il suo tempo a protestare soccombe, chi si dà da fare sopravvive in attesa di tempi migliori!