Uccisa da pirata della stradaSan Donato

È caccia, in queste ore, al pirata della strada che ieri al tramonto ha investito e ucciso, tavolgendola mentre stava attraversando le strisce pedonali, una donna anziana il cui riconoscimento è risultato impossibile, per il viso reso irriconoscibile dall'impatto e dalla mancanza di documenti addosso. Una scena da incubo si è presentata davanti ai soccorritori: il cadavere, infatti, è stato agganciato dalle ruote di un'auto o un autocarro e poi trascinato e smembrato per oltre 40 metri. Tutto succede appena prima delle 18. La donna stava tranquillamente camminando sulle strisce pedonali per attraversare la statale via Emilia, al rondò di Certosa, all'altezza del locale supermercato. Un'auto, ma più facilmente un autocarro, svolta da via Morandi sulla statale. E con le ruote posteriori aggancia la donna che forse urla, prova a resistere: tutto inutile. Questa la ricostruzione della Polizia locale di San Donato Milanese guidata dal comandante Fabio Allais, che indaga sui fatti. Gli inquirenti sono già in possesso di un filmato grazie alle telecamere e potrebbero rintracciare ora l'investitore. Un pirata volontario o involontario: secondo il comandante Allais, l'uomo potrebbe anche non essersi accorto di aver «agganciato» la donna.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento