Varicella party, Gallera attacca la nuova moda

Varicella party, Gallera attacca la nuova moda

«La varicella, così come il morbillo è una malattia esantematica che può avere gravissime conseguenze. Per questo è stata inserita tra quelle per le quali il vaccino è obbligatorio a partire dai nati 2017 e per questo chiunque diffonda la possibilità di epidemia è perseguibile penalmente. Ecco perché giudico assolutamente da irresponsabili iniziative come i cosiddetti Varicella o Morbillo Party e mi auguro che le autorità preposte pongano in essere tutte le misure necessarie per punire chi li organizza». Il commento dell'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera al post pubblicato lunedì su facebook da una mamma residente a Milano, nel quale riportava un invito per un «Varicella Party» in cui i bambini vengono messi a contatto con altri bambini ammalati di varicella per farli contagiare.

Commenti