Vibrazioni anomale? Milan-Inter rassicurano "S.Siro rimane agibile"

I club: monitoraggio costante del Politecnico Domani allerta sicurezza per i tifosi laziali

Vibrazioni anomale? Milan-Inter rassicurano "S.Siro rimane agibile"

«Lo stadio di San Siro è sicuro e rimane agibile». Milan e Inter firmano una nota congiunta per «fare chiarezza» sul caso delle vibrazioni al terzo anello registrate lo scorso 7 aprile e rassicurare i tifosi. Intanto i club che hanno in gestione l'impianto comunale precisano che il Meazza viene sottoposto a «un costante monitoraggio da parte del Politecnico di Milano» e nel corso del controllo il 7 aprile «è stato rilevato un fenomeno di vibrazione, in un settore specifico del terzo anello, superiore ai normali parametri». Da qui sono state attivate da parte del Comune «le procedure necessarie» per analizzare la vibrazione anomala, «verificandone entità, dinamica e possibili impatti». L'incarico è stato affidato al professor Gian Michele Calvi, ingegnere e ordinario di Tenica delle costruzioni della Scuola universitaria superiore (Iuss) di Pavia. L'analisi, proseguono le squadre, «ha evidenziato che il fenomeno non ha indotto diminuzioni dei coefficienti di sicurezza della struttura e che pertanto non devono essere presi dei provvedimenti specifici in merito. Anche sulla base dei risultati, la Commissione provinciale di vigilanza» che fa capo alla prefettura, ha confermato «la presenza delle condizioni di agibilità adottando contestualmente alcune misure di gestione operativa che non interferiscono comunque con la complessiva fruibilità dei servizi dell'impianto». I club e Mi-Stadio che è la società attraverso la quale Milan e Inter gestiscono il Meazza insieme «hanno preso atto delle conclusione della Commissione e delle successive valutazioni, alla quale si atterranno rigorosamente» e «assicureranno al Comune e ai diversi organismi preposti la massima collaborazione per permettere loro un continuo monitoraggio dello stato dell'impianto e la verifica delle misure più adeguate da adottare eventualmente nella gestione operativa della struttura». Dichiarazioni che mirano (anche) forse a spegnere le polemiche che stavano montando tra chi contesta la demolizione del Meazza - e ha visto nel sollevare ora il fenomeno delle vibrazioni un tempismo «sospetto» - e chi immagina che i club potrebbero mettere le presunte anomalie sul tavolo di trattativa con il Comune per abbassare il valore dello stadio. . Tutto lascia presumere che Milan e Inter abbiano ormai scelto la via dell'abbattimento del Meazza per ricostruirne uno ex novo nell'area parcheggio a fianco ma il sindaco Beppe Sala non ha ancora ricevuto un progetto ufficiale. E la giunta per contro ha commissionato una stima del valore di San Siro ma non ha ancora in mano la cifra. «Una cosa è certa - ha precisato il sindaco nelle scorse settimane - noi non possiamo perderci, bisogna trovare una formula perchè si di proprietà del Comune, magari con una concessione a lungo termine, o rischio una denuncia dalla Corte dei Conti». Il Meazza ha un valore (da stabilire) e deve rimanere a Bilancio. E si attende infine per domani la trasferta dei tifosi da Roma per Milan-Lazio, con qualche preoccupazione sul fronte dell'ordine pubblico.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti