Vicesindaco M5S posteggia col pass disabili del padre morto

Vicesindaco M5S posteggia col pass disabili del padre morto

Rischia di diventare un vero caso quello scoppiato a Sedriano, cittadina alle porte di Milano. Il vicesindaco Davide Rossi, esponente del Movimento 5 stelle (nella foto, con Luigi Di Maio), esibiva sulla sua auto il pass disabili del padre defunto. E adesso deve giustificarsi non solo con la polizia locale ma anche con gli avversari politici. Rossi, che lavora in Regione Lombardia, parcheggia la propria vettura in zona Gallaratese e poi prende il metrò. Quando è stato «immortalato» da uno scatto fotografico era in via Falck, a qualche centinaio di metri dalla fermata della metropolitana San Leonardo. Da poche settimane il Comune ha istituito il sistema di sosta con strisce blu a pagamento nelle ore mattutine. In bella vista nell'auto parcheggiata campeggiava il pass disabili intestato al padre del vicesindaco di Sedriano, che però è morto. Il politico si è giustificato spiegando di avere esibito il pass sbagliato: quello del padre anziché della madre, anche lei disabile. Una versione che però non ha convinto: «È vero, qualche volta è capitato per puro e semplice errore di esporre i pass disabili di mio papà defunto anziché quello di mia mamma - ha ammesso lui -. Entrambi i miei genitori erano e sono disabili al 100 per cento e io avevo e ho l'onere e il dovere di figlio di accompagnarli ovunque. Mio papà è deceduto lo scorso fine maggio e il suo pass disabili è rimasto nella mia vettura. Non può succedere di confondere e scambiare il pass da esporre?». Rossi contrattacca: «Una persona ha avuto il tempo di seguirmi e vedere dove parcheggio, di controllare il pass esposto e di scattare queste tre o quattro foto da ottobre a metà aprile. Un pedinamento vero e proprio». E infine: «Continuerò a fare il vicesindaco grillino, ma soprattutto continuerò ad accompagnare il mio genitore disabile».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti