Cronaca locale

La rapina, poi la violenza in branco in Duomo: presi due egiziani

I due giovani fermati hanno 16 e 17 anni: si muovevano in branco "con abilità criminale". Sarebbero i responsabili delle violenze a due turiste tedesche nella notti di Capodanno

La rapina, poi la violenza in branco in Duomo: presi due egiziani

Nella mattinata di oggi, lunedì 7 febbraio, la polizia sta eseguendo una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di due minorenni che risultano gravemente indiziati della commissione di alcune delle violenze sessuali e rapine avvenute nella notte dello scorso 31 dicembre in piazza Duomo e zone limitrofe. Il provvedimento è stato emesso dal giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale per i Minorenni di Milano su attività coordinata dal procuratore Ciro Cascone.

La rapina, poi le violenze in branco

L’attività d'indagine è stata condotta dalla Sezione omicidi della Squadra Mobile di Milano e dal Commissariato Centro. Secondo quanto reso noto i due fermati sono due ragazzi minorenni, stranieri di origini egiziane, uno di 16 e l’altro di 17 anni. Dei due stranieri uno risulta regolarmente soggiornante, e l’altro minorenne non accompagnato. Il 16enne sarebbe anche colpevole di una violenta rapina avvenuta alle 2.15 in via Torino ai danni di una coppia di giovani a cui ha rubato i cellulari.

Gli agenti sono arrivati alla loro identificazione grazie alla analisi dei filmati registrati dalle telecamere di sorveglianza presenti nella zona, oltre che alle testimonianze di presenti e delle stesse vittime. Importante ai fini delle indagini anche l’utilizzo di software per il riconoscimento facciale da parte della Polizia Scientifica. I due minorenni fermati sono ritenuti responsabili delle violenze a sfondo sessuale commesse ai danni di due turiste tedesche.

Il branco agiva "con abilità criminale"

Le due vittime erano state riprese in un video che in poche ore aveva fatto il giro del web. Ma, almeno per uno dei due stranieri, non si tratterebbe solo di violenza sessuale. Come detto precedentemente, il 16enne sarebbe anche il responsabile di una rapina effettuata quella stessa notte verso le 2.15 in via Torino. Il ragazzo, componente di un nutrito gruppo che "si muoveva subdolamente con abilità criminale", avrebbe accerchiato una coppia di ragazzi che stava camminando insieme ad altri amici e li avrebbe aggrediti violentemente, rapinandoli dei propri telefoni cellulari. Il ragazzo vittima della rapina era poi dovuto ricorrere alle cure mediche e aveva ricevuto dal personale medico una prognosi di 5 giorni. Un'altra giovane vittima, che aveva cercato di allertare i soccorsi, era stata invece minacciata da uno degli aggressori con un coltello.

Una delle due ragazze tedesche molestate

in piazza Duomo la notte di Capodanno aveva raccontato di aver provato a reagire colpendo in faccia uno dei suoi aggressori, ma che questo l'aveva guardata ridendo e avvertendola che tanto avrebbe continuato comunque.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

Commenti