Lo yoga e la meditazione s'intrufolano in sala parto

Alla Mangiagalli via al reclutamento di 400 volontarie Si studiano gli effetti benefici di discipline alternative

Yoga, mindfullness e osteopatia entrano in Mangiagalli. Si chiama evocativamente «MYNd&CO. Riempi di armonia la tu gravidanza» lo studio lanciato dl Policlinico per misurare gli effetti clinici che possono derivare dall'integrazione di tecniche di mindufullness, yoga e coaching, ed elementi di Osteopatia e di nutrizione al percorso di accompagnamento alla gravidanza. È partita proprio in questi giorni la campagna di reclutamento di 400 donne volontarie, che saranno seguite per circa un anno. Obiettivo: dimostrare come discipline complementari alla medicina tradizionale come appunto lo yoga, il coaching, la mindfullness (l'osteopatia, invece, è stata riconosciuta come professione sanitaria nel 2017) possano influire in maniera positiva (e misurabile scientificamente) sul benessere delle donne e dei loro bambini. Con un approccio olistico si punta a migliorare lo stato di salute della donna: una parte fondamentale del progetto riguarda, per esempio, la corretta alimentazione, con un'ottica anche di prevenzione della obesità infantile e di risparmio conseguente sui costi futuri della sanità pubblica.

«È dimostrato che l'obesità è una malattia trasmissibile che sta prendendo sempre più piede in Italia tanto che nel paese si contano il 30 per cento di bambini obesi - premette Enrico Ferrazzi direttore della Clinica Ostetrica e responsabile del Mangiagalli Center -. Diabete gestazionale, ipertensione in gravidanza oltre a compromettere lo stato di salute della donna durante la gestazione spesso influiscono anche sulla salute del feto. Così lo stress è spesso responsabile dei parti prematuri. Forse non tutti sanno, per esempio, che il diabete può compromettere un regolare sviluppo del cuore nel feto, oppure che lo stress può portare a parti prematuri. Un grande prematuro nato a 28 settimane costa 50mila euro solo per i giorni che passerà in terapie intensiva ». Diversi gli obiettivi: oltre a cercare di individuare quale possa essere l'approccio più efficace nel percorso di accompagnamento alla gravidanza, si punta a fare prevenzione pre-nascita con risparmi notevoli per la sanità pubblica. Lo stesso protocollo di ricerca è a costo zero per l'ospedale, perché basato su adesioni volontarie degli esperti delle diverse discipline.

>>Il campione sarà suddiviso in due gruppi: 200 donne saranno seguite con il tradizionale percorso di accompagnamento alla nascita, le altre 200, invece, parteciperanno al percorso alternativo, articolato in sessioni di gruppo, colloqui individuali, sedute ambulatoriali. Un team di esperti prenderà in cura la donna nel senso più globale, sia nel periodo della gravidanza che nel post parto. Prima con una diagnostica accurata sul profilo nutrizionale e sullo stato biomeccanico (osteo-scheletrico), per poi seguirla in un percorso che prevede educazione nutrizionale, yoga e il rafforzamento del senso di sé tramite tecniche di mindfulness e coaching. Il tutto integrato al normale percorso gravidanza che prevede ecografie, visite ginecologiche ed esami. «Se il coaching, gli incontri motivazionali e psicologici possono supportare la donna in un periodo delicato come la gravidanza a seguire un corretto stile di vita e una sana alimentazione - spiega ancora Ferrazzi -, la mindfullness aiuterà a creare un atteggiamento e aspettative positive verso il parto».

Lo studio si inserisce nel nuovo concept che ha portato il Mangiagalli Center, , orientato a una gravidanza e un parto il più possibile naturali a dotarsi dei nuovi Consultori del Policlinico in un bellissima palazzina d'epoca completamente ristrutturata in via Pace 15, alle nuove sale parto con letti di ultima generazione per il travaglio, e cromoterapia, e una vasca per il parto in acqua per chi la desiderasse in alternativa alla analgesia peridurale che già oggi in Mangiagalli è scelta dall'80% delle donne.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.