5 errori da non fare se hai un iPhone

Dai modelli più datati all'ultimo in commercio, ecco alcuni errori da non commettere se si possiede un iPhone

5 errori da non fare se hai un iPhone

L'alta tecnologia, ahinoi, ha dei "costi" che bisogna rispettare se non vogliamo comprometterne il corretto funzionamento: chi possiede un iPhone dovrà stare attento a come viene utilizzato indipendentemente dal modello. È chiaro che quelli più moderni e performanti hanno meno criticità ma i punti che andremo a elencare valgono per tutti i modelli, dai più nuovi ai più datati: ecco quali sono i cinque errori più comuni da evitare di commettere.

Non usare Face Id

Iniziamo spiegando che i più moderni iPhone (dal modello X in poi), invece dell'accesso manuale con username e password, hanno sviluppato una tecnologia che con il riconoscimento facciale del proprio volto permette di accedere a un'app piuttosto che al conto in banca. Ebbene, oltre alla velocità con la quale si esegue l'operazione, è un metodo molto più sicuro ed efficace a prova di hacker. Infatti, digitando manualmente le credenziali per accedere si può essere sfortunati (raramente, ma va sottolineato) ed essere colpiti mentre si entra nella nostra area riservata. L'Apple Id, invece, evita il phishing e altre truffe: non esiste nessun caso documentato al mondo che si sia stato "clonato" il riconoscimento facciale che è davvero il metodo più efficace per accedere ai nostri dati sensibili. Sbagliato, quindi, non usare la funzione e limitarsi a digitare, o soltanto a memorizzare sul proprio smartphone, user e password.

Non spegnere mai l'iPhone

Qui c'è un tema controverso e molto dibattutto tra gli esperti: ma gli iPhone vanno spenti o no? Se è verissimo che il dispositivo si spegne e riavvia ogni qualvolta si dovrà fare un aggiornamento, questi non vengono certamente rilasciati quotidianamente. Con il passare del tempo, la batteria può andare incontro a un'usura più veloce e, soprattutto, spegnendolo e riavviandolo, viene cancellata la memoria temporanea del cellulare (cache) favorendo processi più veloci e meno lenti. Insomma, non necessariamente ogni giorno ma sarebbe buona abitudine spegnere e riavviare saltuariamente il proprio dispositivo, è sbagliato non farlo mai (e la modalità aereo non equivale a uno spegnimento).

Non eseguire corretti cicli di ricarica

Come spiega la Apple, "una batteria comune è progettata per conservare fino all'80% della capacità originale dopo 500 cicli di ricarica completi, operando in condizioni normali". A parte i tecnicismi, i consigli degli esperti sono soprattutto due: evitare di scaricare sempre la propria batteria facendo arrivare, per intenderci, il dispositivo fino allo spegnimento (0%) o ad avere una percentuale molto bassa e non effettuare la ricarica se il dispositivo si trova sopra al 50% delle proprie capacità. In questo modo potremo dare una "vita" maggiore alla nostra batteria al litio. Da ormai un paio di anni, la Apple prevede anche l'ottimizzazione con l'opzione "caricamento ottimizzato" che riduce l'usura della batteria.

Non pulire gli iPhone

Può sembrare una banalità ma il proprio telefonico va pulito molto spesso sia per motivi di igiene personale per eliminare batteri, germi e virus ma anche per evitare che la polvere e altri nemici esterni possano deteriorare gli altoparlanti ostruendo il corretto funzionamento del dispositivo. Capita spesso d'estate che la salsedine del mare o un po' di sporcizia possano depositarsi all'esterno dell'altoparlante posto in alto, quello che per intenderci ci fa comunicare con l'altro interlocutore. Sono molti gli utenti che, nonostante l'Apple service online non sono riusciti a risolvere la problematica che, spesso, necessita dell'assistenza in negozio. Con delle salviette che non superano il 70% di alcol, ad esempio, ogni deposito di polvere e quant'altro può essere evitato e il proprio iPhone funzionerà correttamente.

Non fare gli aggiornamenti software

Ultimo ma non ultimo per importanza, è del tutto sbagliato non effettuare gli aggiornamenti che periodicamente rilascia l'azienda di Cupertino: bisogna andare in Impostazioni-Generali-Aggiornamento Software e controllare se si è al passo con l'ultimo o se ne è stato rilasciato uno nuovo.

Perché vanno fatti? Sia per migliorare le prestazioni generali, sia per correggere alcuni errori pre-esistenti ma anche per eliminare potenziali bug che si sono introdotti nel sistema e possono rubare i dati sensibili violando la privacy. Ecco perché è di fondamentale importanza controllare, anche quotidianamente, se sono stati rilasciati nuovi aggiornamenti.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica