Mobile

WhatsApp smetterà di funzionare: ecco i dispositivi a rischio

Tra poche ore i telefoni cellulari con i sistemi operativi più obsoleti non saranno in grado di supportare WhatsApp: ecco l'elenco e cosa fare in questi casi

WhatsApp smetterà di funzionare: ecco i dispositivi a rischio

Ascolta ora: "WhatsApp smetterà di funzionare: ecco i dispositivi a rischio"

WhatsApp smetterà di funzionare: ecco i dispositivi a rischio

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

La data da segnare sul calendario è quella di domani, giovedì 29 febbraio: su molti dispositivi iOS e Android l'app di messaggistica più utilizzata al mondo, WhatsApp, smetterà di funzionare. Niente paura, non accadrà di certo in blocco su tutti i telefoni cellulari e benché meno su chi utilizza la versione web nei pc, ad esempio. La problematica colpirà specialmente i sistemi operativi più obsoleti che adesso andremo a elencare.

Chi dirà addio a WhatsApp

Un elenco completo fornito direttamente dall'azienda non c'è ma gli sviluppatori fanno sapere che, al momento, viene supportato e consigliato l'utilizzo dell'app agli Android "con sistema operativo 5.0 e versioni successive, iPhone con versione iOS 12 e successive, KaiOS 2.5.0 e versioni successive, inclusi JioPhone e JioPhone 2". Di conseguenza, ecco che WhatsApp smetterà di funzionare su tutti gli Android che hanno un sistema operativo precedente al 5.0 tra i quali compaiono i seguenti Samsung: il Galaxy Core, il Galaxy Trend Lite, il Galaxy Ace2, il Galaxy s3 Mini, il Galaxy Trend II e il Galaxy X2. Sarà impossibile messaggiare, inoltre, sui dispositivi LG della gamma Optimus oltre all'Ativar e Lucid 2 mentre su Huawei ecco che WhatsApp non funzionerà su Ascend Mate, Ascend G740, Ascend D2. Sui prodotti Apple, infine, smetterà di funzionare sui dispositivi iPhone 6S e 6S Plus e nella prima generazione di iPhone SE, in praticaa quelli che si sono fermati iOS 11 introdotto sul mercato nel 2017.

La nota dell'azienda

Tra le Faq di WhatsApp gli esperti lanciano due importanti avvertimenti: la prima riguarda gli aggiornamenti sui dispositivi e software che sono soggetti, per loro natura, "a frequenti cambiamenti". Per questa ragione periodicamente "rivediamo quali sistemi operativi supportiamo ed eseguiamo gli aggiornamenti necessari". La seconda e più importante sono i controlli periodici sui dispositivi e software più recenti e meno recenti: questi ultimi in particolare potrebbero non avere più a disposizione degli aggiornamenti indispensabili per la sicurezza e, di conseguenza, rendere impossibile la funzionalità di WhatsApp.

Cosa fare

Anche in questo caso le strade per far funzionare l'app su un dispositivo considerato obsoleto sono due: la prima riguarda gli aggiornamenti da eseguire, se supportati dal sistema operativo in questione, che l'utente si ritroverà a disposizione in maniera automatica così da poterli eseguire. La seconda, invece, l'acquisto di un nuovo smartphone qualora quello posseduto fosse troppo vecchio da poter supportare i più moderni aggiornamenti. È importante sottolineare un aspetto: l'eventuale acquisto di un nuovo cellulare si renderà necessario soltanto per chi ha necessità di utilizzare WhatsApp ma qualsiasi telefono continuerà a funzionare normalmente (chiamate, messaggi, internet, ecc.

).

Commenti