Addio a re e regine: nasce il mazzo di carte rispettoso della parità di genere

Le carte francesi “neutrali” sul piano del genere hanno subito avuto successo commerciale, con 1,500 mazzi già venduti online in diversi Paesi

Una 23enne olandese ha ultimamente concepito e messo in vendita un mazzo di carte francesi “neutrale” sul piano del genere. Per rendere tale mazzo “femminista”, la giovane Indy Mellink ha eliminato le figure del re, della regina e del jack, per sostituirle con l’oro, l’argento e il bronzo. L’ideatrice dell’iniziativa citata è laureata in psicologia forense e, grazie alla messa in commercio del suo mazzo, è divenuta una vera e propria imprenditrice di successo, impegnata nella lotta contro i presunti messaggi subliminali maschilisti presenti nel gioco delle carte. A suo dire, la 23enne avrebbe concepito l’idea di un mazzo rispettoso dell’uguaglianza di genere nel corso di una conversazione con i suoi cuginetti.

Mentre Indy spiegava infatti a questi le regole da seguire per giocare con le carte francesi, sarebbe maturato in lei un profondo disappunto per il fatto che le regole del gioco impongano sempre che alla carta del re venga attribuito un punteggio più alto rispetto a quello associato alla controparte femminile. Di conseguenza, decideva, su incoraggiamento del padre, di concepire un mazzo da gioco nuovo di zecca, con carte raffiguranti metalli al posto di quelle del re, della regina e del jack. La giovane olandese ha giustificato alla stampa con le seguenti parole la propria scelta di ripudiare le carte francesi tradizionali, caratterizzate da figure maschili più preziose di quelle femminili: “Abbiamo questa gerarchia secondo cui il re vale più della regina: una sottile disuguaglianza che influenza le persone nella loro vita quotidiana perché è solo un altro modo di dire 'ehi, sei meno importante'. E anche i piccoli particolari come questo giocano un ruolo importante”.

I mazzi da lei creati sono identificati con la sigla Gsb, ossia “Gold, Silver, Bronze” (oro, argento e bronzo), associata appunto al fatto che presentato carte raffiguranti metalli al posto dei soliti re, regine e jack. I primi 50 mazzi Gsb realizzati da Indy sono stati acquistati da amici e familiari della giovane, che decideva così, alla luce del buon esordio del suo prodotto in termini di vendite, di espandere tramite il web la sua attività imprenditoriale a sostegno della parità di genere. Appena i mazzi in questione sono stati messi in vendita su Internet, hanno avuto successo anche lì. Nel giro di un mese, la 23enne ha infatti spedito circa 1.500 mazzi di "genere neutro" in Belgio, Germania, Francia e Stati Uniti.

Berit van Dobbenburgh, capo della associazione olandese di giocatori di bridge, ha accolto favorevolmente la rivoluzione promossa dalla ragazza in merito alle figure delle carte francesi, ma ha contestualmente messo in guardia da un’estremizzazione della battaglia femminista nell’ambito dei giochi con mazzi. Egli ha appunto affermato che è sì importante fare riflettere le persone sulla diseguaglianza di genere, ma che sarebbe difficile effettuare un cambiamento formale all’attribuzione dei punteggi alle singole figure raffigurate sulle carte, perché sarebbero necessarie delle modifiche ufficiali alle regole: “Mi chiedo se ne valga la pena… Ma sulla neutralità di genere sono certamente d'accordo! È fantastico che qualcuno di così giovane l'abbia notato. Onore alle nuove generazioni”.

In realtà, Indy non è la prima ad avere lanciato l’idea di un mazzo neutrale sul piano del genere. Nel 2017, una ragazza israeliana allora 13enne, Maayan Segal, lanciò infatti sulla piattaforma di crowfunding IndieGogo una campagna per finanziare un mazzo da lei ideato, chiamato QueenG, “il primo mazzo che mette uomini e donne sullo stesso piano”, come si legge nella descrizione del progetto. Anche Maayan, come la 23enne olandese, era stata spinta a ideare un mazzo rivoluzionario su impulso del disappunto maturato per il fatto che la figura del re avesse sempre un punteggio maggiore di quella della regina. In questo mazzo, ci sono le carte del re e della regina, del duca e della duchessa e, al posto del jack, del principe e della principessa, così che ogni figura maschile abbia il suo equivalente femminile, di pari valore.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di antonio4747

antonio4747

Ven, 22/01/2021 - 11:45

Che cretinata megalattica. Stupisce che il Giornale dedichi articoli a queste baggianate.

Ritratto di llull

llull

Ven, 22/01/2021 - 11:54

Mi chiedo se l'idiozia che si sta diffondendo così velocemente nel mondo non sia anch'essa l'effetto di qualche virus sconosciuto; queste carte da gioco di genere neutro ne sono un esempio eloquente.

polonio210

Ven, 22/01/2021 - 12:01

Erano anni ed anni che mi ponevo il devastante problema delle figure nelle carte francesi.Ogni volta che giocavo a poker venivo preso da un angosciante stato ansioso quando mi trovavo in mano qualche figura:quel Re così maschilista da rasentare il fascismo più puro che invariabilmente umiliava la Regina togliendole valore.Non parliamo poi del Jack che,esibendo una smodata psicologia fallocratica,si pone sempre prima della povera Regina umiliata nel suo essere donna.Grazie al cielo oggi tutto ciò terminerà per merito della giovane Indy Mellink:l'umanità intera le sarà riconoscente per i secoli a venire.Se mi è concesso la candiderei al premio Nobel,di nuova istituzione,per la "neutralità di genere"

Raffaello13

Ven, 22/01/2021 - 12:12

Penso che la fissazione di voler distruggere il concetto di Maschio e Femmina, che sono una Realtà Naturale abbia qualcosa di patologico e non porterà effetti migliorativi all'Umanità.

Ritratto di old_nickname

old_nickname

Ven, 22/01/2021 - 12:36

Idea eccellente. Direi anche di legare il valore delle carte Oro Argento e Bronzo alla quotazione di borsa degli stessi metalli, da consultare prima di ogni partita. Così in modo (politicamente) corretto si potranno attribuire il giusto valore ad ogni carta e vincere o perdere una partita secondo l'andamento dei mercati. Quindi, se l'argento perde valore, un tris d'argento varrà meno di una doppia coppia oro e bronzo. Ma solo oggi, perchè domani potrebbe essere diverso. E poi, perchè fermarsi lì? A briscola "Denari" potrebbe diventare "crediti" e "Coppe" non è vegano, ricorda troppo il maiale: meglio "sedani". "Spade" è violento, diciamo "arcobaleni"; non parliamo di "Bastoni" che è fascista, facciamo "sardine".

chai

Ven, 22/01/2021 - 12:41

È così l'oro dirà all'argento: ehi, sei meno importante. Gli argentieri dovrebbero intraprendere una lotta per la parità con gli orafi. Non parliamo poi degli atleti classificati secondi e terzi alle Olimpiadi. Se sono atlete poi...

amedeov

Ven, 22/01/2021 - 12:46

Purtroppo non vi è nessun vaccino per combattere l'IDIOZIA che stà distruggendo il genere umano. Credo che la colpa sia dell'ALTISSIMO che a suo tempo a creato Adamo, UOMO, ed Eva, DONNA. Se avesse creato due Adami o due Eva, il problema non si sarebbe mai creato

jekill

Ven, 22/01/2021 - 13:04

Alla stupidità umana non ci sono confini

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 22/01/2021 - 13:09

@polonio210...ottimo ed esaustivo commento,come sempre del resto. Ironico e pungente al punto giusto. Non c'è altro da aggiungere,se non la mia amarezza nel vedere quanto la demagogia sinistrorsa del politicamente corretto possa fare marcire la mente umana. Nel frattempo che tale mente marcisce,re e regine (vere) continuano ad esistere,con buona pace loro e della olandese. La quale,con questa genialata, si arricchisce. Anche questo è in nome della PARITÀ di genere?

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 22/01/2021 - 13:29

non c'è limite all'idiozia dei radical chic!ridicoli è dir poco

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 22/01/2021 - 13:31

è doveroso aprire anche un fascicolo in procura per indagare sulla discriminazione che il 2 di briscola subisce ad ogni partita

agosvac

Ven, 22/01/2021 - 14:07

Sarà anche laureata in psicologia forense, ma è la dimostrazione di come una laurea senza essere supportata da altrettanto cervello sia del tutto inutile. Comunque, dal punto di vista commerciale, chiaramente ha trovata adeguata mancanza di cervello anche in altri.

magnum357

Ven, 22/01/2021 - 14:44

Le solite fantasie del pensiero gender !!!!!! Non hanno a cui pensare, ma fatemi il piasè .....

lamaestrina

Ven, 22/01/2021 - 14:46

Un buon maschilista avrà comunque ancora soddisfazione nel fatto che oro, argento e bronzo sono tutti... maschili! Ma indy potrà sempre replicare con un mazzo di carte "ora", "argenta" e "bronza", oppure : "reale 1", "reale 2" e "reale 3" scimmiottando la sostituzione dei termini madre e padre voluto dalla Lamorgese (a proposito, quando sarà la festa del "genitore 1"?). E gli scacchi ? Qui sono tutti maschi tranne la regina che, al solito, vale meno del Re. Non va bene.

investigator13

Ven, 22/01/2021 - 15:01

la pandemia il cervello ti si porta via.

barbarablu

Ven, 22/01/2021 - 15:02

@lamaestrina, innanzitutto oro argento e bronzo sono materiali e quindi neutro non maschile, per quanto riguarda invece gli scacchi forse non li conosci perchè la regina ha molto pià potere del re che si può muovere solo di una casella, vero che per vincere devi mangiare il re, ma la regina non è coì sacrificabile... eallora i poveri pedoni???? basta con queste cavolate e lo dico da donna imprenditore si al maschile perchè mi rifiuto di usare il femminile, io so di essere donna mica me lo devo vedere scritto per saperlo!

Ritratto di Antimo56

Antimo56

Ven, 22/01/2021 - 15:09

Anche Osiride Iside Horus potrebbe funzionare

Ritratto di Antimo56

Antimo56

Ven, 22/01/2021 - 15:10

anche PARE FIGLIO SPIRITO SANTO

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Ven, 22/01/2021 - 15:25

Biden ne farà una scorta!

pricar

Ven, 22/01/2021 - 15:26

Non c'è davvero limite alla stupidità...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 22/01/2021 - 15:56

Noooo! Ma questi hanno il cervello bacato.

ELZEVIRO47

Ven, 22/01/2021 - 16:06

Premettendo che alla demenza non esiste limite, occorrerà correggere i libri ovunque si parli di re, regine e fanti. Esempio: Il primo ORO di Roma fu Romolo. Il regno della ARGENTO Vittoria fu lunghissimo, negli scacchi il BRONZO procede diagonalmente..ecc..ecc. Risolto un problema, ne sorge un altro di tipo discriminatorio riguardo al valore dei 3 metalli...

ondalunga

Ven, 22/01/2021 - 16:29

Comunque la stupidità è una parola femminile, tiè !

killkoms

Ven, 22/01/2021 - 16:36

La schi fezza del politicamente scorretto!

igiulp

Ven, 22/01/2021 - 17:06

Siano sostituite da ministri/e, sottosegretari/e e sciacquini/e di palazzo, unitamente agli insostituibili due di picche. Sarebbe tutto più aderente alla realtà che ci circonda.

Ritratto di mircea69

mircea69

Ven, 22/01/2021 - 17:14

Mi piacerebbe credere che siano solo degli sciocchi, ma temo che la devirilizzazione dell'uomo non stia avvenendo per caso.

fabio_

Ven, 22/01/2021 - 17:35

@barbarablu. Per essere una donna difetta di perspicacia, tant'è che il buon maschilista nonostante reputi l'oro un riferimento maschile potrebbe d'altronde vantarsi d'aver, lui si, maschio, compreso l'ironia del commento.

Scirocco

Ven, 22/01/2021 - 17:42

E la scala reale a Poker come la chiamiamo? Siamo veramente arrivati al delirio con questa storia delle parità di genere.

Mariottoilritorno

Ven, 22/01/2021 - 17:45

nemmeno nella commedia dell'assurdo povero mondo

lamaestrina

Ven, 22/01/2021 - 17:50

@barbarablu - fabio_.In effetti il commento era ironico, ma già il fatto che possa essere stato credibile la dice lunga su come siamo messi!

bruco52

Ven, 22/01/2021 - 18:08

Vedere il marcio in ogni cosa è paranoico; non sono uno psichiatra ma mi permetto lo stesso di dirlo. Perciò durante le feste natalizie non potremo più giocare a Sette e Mezzo, dove il Re di denari è chiamato "La Matta"; che guaio, bisognerà trovargli un nuovo nome se vorremo continuare a giocarci. Potremo chiamarlo sempre "Indy Mellink" o più confidenzialmente Indy.

Luigi Farinelli

Ven, 22/01/2021 - 18:35

Polonio210 12:01: condivido appieno lo spirito del suo ottimo commento!

fabio_

Ven, 22/01/2021 - 18:39

Il primo gradino della manipolazione mentale (secondo il principio della "finestra di Overton")per ottenere l'accettazione di teorie completamente infondate è passare proprio da "inconcepibile" a "estrema" (discutibile, ma se ne parla), poi "accettabile" e, col tempo, "ragionevole", poi "diffusa" e infine "legalizzata".

rudyger

Ven, 22/01/2021 - 19:16

Ormai tutte le neo mamme dovranno rivolgersi ai loro pupetti con: vieni dal tuo genitore 1 ! o genitore 2 ? Per fortuna che gli animali non parlano e non hanno di questi problemi se no un vaff......

rudyger

Ven, 22/01/2021 - 19:18

La libertà (non più la verità ) ti fa male, lo sai....diceva una canzone