Mondo

"Pericoloso e ancora in fuga": chi sta cercando la polizia di New York

La polizia di New York ha fatto sapere di essere alla ricerca di un afroamericano alto circa un metro e 70 e con indosso abiti di colore blu scuro

"Pericoloso e ancora in fuga": chi sta cercando la polizia di New York

"Un afroamericano alto circa 1,65 e sui 77 kg": è questo il primo, rudimentale identikit fornito alle autorità da una testimone della sparatoria avvenuta presso la stazione della metropolitana di Brooklyn, a New York. La polizia sta cercando un furgoncino U-Haul con la targa dell'Arizona e ha avvertito che "l'autista alla guida potrebbe essere pericoloso". Intanto Il ministero dei Trasporti americano ha aumentato il numero degli agenti e le misure di sicurezza in metro, stazioni e aeroporti in tutti gli Stati Uniti.

Caccia all'uomo

La polizia di New York ha fatto sapere di essere alla ricerca di un presunto afroamericano alto circa un metro e 70 e con indosso abiti di colore blu scuro, confermando di fatto gli indizi messi sul tavolo dai testimoni dell'attacco. L'uomo, in fuga, starebbe adesso indossando abiti di colore blu scuro. Secondo le indicazioni raccolte dalle forze dell'ordine, al momento della sparatoria l'aggressore indossava una maschera antigas e un giubbotto arancione simile a quello in dotazione agli addetti alle riparazioni in metropolitana.

La caccia all'uomo è serrata. In città sono stati dispiegati agenti antiterrorismo per "motivi precauzionali" anche se, come ha confermato una fonte del dipartimento di polizia a Newsweek, la polizia indaga l'accaduto come atto di terrorismo. Non c'è ancora una versione ufficiale, ma la stessa polizia dovrebbe tenere una imminente conferenza stampa per fare il punto della situazione.

Come detto, è sono in corso le ricerche per assicurare alla giustizia l'autore dell'attacco. Nei tunnel della metro e nella zona, si cerca "un uomo di colore" che, per il momento, si sarebbe volatilizzato nel nulla. La polizia di New York ma anche l'Fbi e le altre autorità newyorkesi stanno setacciando video e parlando con i testimoni. Gli elicotteri stanno sorvolando la città, mentre l'area di Sunset Park, vicino alla metro, è completamente bloccata. La stessa polizia ha messo a disposizione un numero per possibili informazioni sull'incidente, soprattutto per la condivisione di video che potrebbero aiutare a identificare il sospetto.

Fumo, maschera antigas, gilet arancione

Alcuni testimoni citati dal New York Post riferiscono che l'attentatore era a bordo della metropolitana. Intorno alle 8.30, l’uomo avrebbe lanciato un fumogeno dentro una carrozza per poi aprire il fuoco. I presenti, interrogati dalla polizia, parlano di un uomo, secondo alcuni afroamericano, che indossava una maschera antigas e un gilet arancione, e abiti simili a quelli degli addetti della Mta, la metropolitana di New York.

"Ho pensato che fosse un lavoratore del Mta all'inizio e non ho prestato grande attenzione", ha raccontato al New York Post una donna, che descrive l'uomo come un "afroamericano di alto circa 1,65 e sui 77 kg che indossava un gilet arancione ed una maschera antigas" che ha lanciato "una sorta di cilindro che ha fatto una scintilla". La donna ha detto che l'uomo ha sparato così tanti colpi "di aver perso il conto, erano tanti, non so dire quanti".

Almeno 16 persone sono rimaste ferite, 8 raggiunti da colpi di arma da fuoco (due sarebbero in gravi condizioni) e gli altri ricoverati per difficoltà di respirazione o magari perchè contusi. Smentita dalla polizia la voce che si era diffusa all'inizio che erano stati trovati ordigni inesplosi. L'autore della mattanza si è rapidamente dileguato e, ormai da ore, è in corso una verae propria caccia all'uomo.

Commenti