Arrestato Dmitry Rybolovlev, presidente del Monaco

Il presidente dell'A.S. Monaco è stato di nuovo fermato dalla polizia monegasca per corruzione e per traffico d'influenze, attive e passive

Arrestato Dmitry Rybolovlev, presidente del Monaco

Il presidente della squadra di calcio del Monaco, il magnate russo Dmitry Rybolovlev, è stato fermato dalla polizia monegasca e preso in custodia. Il presidente della squadra del Principato, fra l'altro impegnata oggi nella partita di Champions League contro il Bruges, è accusato dalla procura di Monaco di “corruzione” del reato di “traffico d'influenze, attive e passive”.

Il miliardario è un volto noto anche in Italia. Alcuni mesi fa, si era parlato di lui perché aveva mostrato interesse ad acquistare il Milan. Ma il suo volto è famoso in tutto il mondo. E non solo per ragioni positive. Oltre ad essere noto per aver venduto a una cifra record il “Salvator Mundi” di Leonardo, il magnate è anche coinvolto nelle indagini del Russiagate. Il procuratore Robert Mueller lo ha messo da tempo nel mirino per l'acquisto per 95 milioni di dollari di un immobile in Florida di proprietà di Donald Trump.

Hervé Temine, avvocato di Rybolovlev, ha confermato che il suo cliente è in custodia. E ha sottolineato che le autorità di polizia si sono basate sull'uso di un cellulare di un legale che avrebbe violato il segreto degli avvocati. L'indagine era conseguente a una battaglia giudiziaria tra Rybolovlev e il mercante d'arte svizzero Yves Bouvier.

Commenti