Orrore in Australia: in aula una gabbia blu per un bambino autistico

La preside è stata licenziata e interdetta dalla professione. La gabbia serviva a far calmare il ragazzino nei momenti "concitati"

Avevano installato una gabbia azzurra nell'aula per un bambino di 10, sofferente di autismo. Un luogo dove fargli ritrovare la calma nei momenti "concitati" e consentire lo svolgimento delle lezioni, avrebbero dichiarato gli insegnanti..

L'iniziativa, in una scuola di Canberra, in Australia, è costata il posto di lavoro alla preside, che è stata licenziata in tronco e interdetta dalla professione.

La gabbia, di due metri per due, era costata 5.200 dollari australiani (circa 3mila euro) ed era stata installata 17 giorni fa. Gli insegnanti hanno spiegato di averla utilizzata una sola volta.

Le spiegazioni della dirigente scolastica non hanno convinto le autorità scolastiche statali: "È totalmente inaccettabile. I dirigenti scolastici devono essere responsabili delle proprie azioni. È stata presa una decisione sbagliata, la responsabile non sarà più una preside e non lavorerà nella scuola", è stato dichiarato.

Non è stato divulgato il nome della scuola e della preside, per tutelare la privacy del bambino.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Ven, 11/09/2015 - 00:02

in itaGlia succede uguale per i dirigenti pubblici che sbagliano, vero?

Ritratto di cokieIII

cokieIII

Ven, 11/09/2015 - 08:06

Invece di prendersela tanto con la preside, perche' un bambino autistico era in una scuola ordinaria? Una persona con un handicap tale ha bisogno di strutture e sostegno idonei alla sua condizione, ne' e' accettabile che i compagni di classe debbano alla loro eta' essere costretti a confrontarsi con problemi che non comprendono e che mettono a dura prova la concentrazione