Bufera sull'ex presidente francese Giscard: denunciato per molestie sessuali

Il novantaquattrenne Giscard, mediante il suo portavoce, ha fatto subito sapere di non avere alcun ricordo dell’episodio incriminato

Uno scandalo sessuale si è di recente abbattuto sull’ex presidente francese Valéry Giscard d’Estaing e rischia di tradursi in un procedimento penale a suo carico. L’ex inquilino dell’Eliseo, in carica dal 1974 al 1981, è stato infatti denunciato presso la Procura di Parigi da una giornalista tedesca di trentasette anni di età, che lo accusa di averla molestata. L’esponente liberale, oggi novantaquattrenne e formalmente sposato con l’aristocratica Anne-Aymone Sauvage de Brantes, è sempre stato al centro della cronaca rosa, che gli ha attribuito avventure amorose con donne celebri, arrivando persino ad accennare a una relazione tra il politico francese e la principessa Diana.

Relativamente alla denuncia presentata di recente dalla giornalista, tale atto processuale è stato presentato ai magistrati parigini lo scorso 10 marzo e il suo contenuto è stato descritto ieri dal Guardian e dagli organi di informazione franco-tedeschi.

Nella sua citazione a carico di Giscard, la trentasettenne Ann-Kathrin Stracke racconta di avere subito un’aggressione sessuale dall’ex presidente transalpino in occasione di un’intervista da lei effettuata per conto dell’emittente pubblica tedesca Wdr.

Il colloquio incriminato tra la reporter e l’ex leader d’Oltralpe, spiega il quotidiano britannico attenendosi alla cronaca dell’episodio contenuta nei documenti legali presentati dalla donna, risale al 18 dicembre del 2018.

La Stracke doveva intervistare il politico liberale in quel giorno per farsi rilasciare da lui un commento sull’allora imminente centenario della nascita di Helmut Schmidt, cancelliere tedesco socialdemocratico che era al governo della Germania Ovest proprio negli anni in cui Giscard era all’Eliseo.

L’incontro di dicembre tra la giornalista e l’ex capo di Stato francese si era quindi svolto, prosegue la testata londinese, nell’ufficio parigino di quest’ultimo, ubicato in Boulevard Saint-Germain, uno dei principali viali della Ville Lumière.

Una volta finito il colloquio, l’inviata della Wdr, asserisce la denuncia citata dal giornale d’Oltremanica, chiedeva al novantaquattrenne Giscard se voleva farsi una foto con lei, nonché con il cameraman e con il tecnico del suono che avevano provveduto a registrare l’intervista.

Sarebbe stato proprio al momento dello scatto di gruppo che l’anziano ex presidente avrebbe preso a molestare la reporter trentasettenne.

Egli, a quel punto, avrebbe infatti, accusa sempre l’incartamento in possesso della Procura e a cui si riferisce il Guardian, “insistentemente toccato” il fondoschiena della Stracke, con quest’ultima che avrebbe immediatamente cercato di mettere fine all’imbarazzante situazione.

Lei avrebbe appunto tentato di allontanare l’ex capo di Stato “spingendolo via diverse volte e con tutte le sue forze”.

A un certo punto, attesta la medesima denuncia, il cameraman, accortosi della molestie in corso, sarebbe intervenuto in soccorso della giornalista, provando a distogliere Giscard dal sedere della donna facendo cadere intenzionalmente una lampada.

Il racconto della presunta vittima di abusi è stato quindi confermato dal cameraman in questione, che, fa sapere il giornale britannico, avrebbe fornito un identico resoconto dell’episodio dopo essere stato interrogato da uno studio legale ingaggiato dalla Wdr per indagare su quanto successo in Boulevard Saint-Germain alla fine del 2018.

In seguito alla recente pubblicazione sulle testate internazionali delle accuse avanzate dalla Stracke, lo staff dell’ex leader di Parigi è subito sceso in campo per minimizzare lo scandalo.

Olivier Revol, portavoce del politico novantaquattrenne, ha infatti, riporta il quotidiano londinese, smorzato le polemiche evidenziando che l’ex inquilino dell’Eliseo “non ha alcun ricordo” di quell’intervista.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

dredd

Ven, 08/05/2020 - 10:19

Conte ha creato una task force per studiare bene l'accaduto?

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 08/05/2020 - 10:29

E se ne ricorda dopo un anno?

Ritratto di Adespota

Adespota

Ven, 08/05/2020 - 11:10

Se le accuse fossero provate d'ora in poi lo si potrebbe chiamare Giscard Nonmasteng (dal fare il satiro)...

maurizio50

Ven, 08/05/2020 - 11:59

Ai tempi in cui era Presidente, parliamo del 1974 o giù di li', era noto come sciupafemmine. Ma adesso a novantaquattro anni proprio non credo ad una parola della mangia crauti!!!!!

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 08/05/2020 - 19:40

La giornalista probabilmente in cerca di visibilità ha mirato ad un nome conosciuto. E' forse vero che non l'abbia mai incontrato come dice lui perché si sarebbe accorta che lo sciupafemmine non è più quello di un tempo

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 08/05/2020 - 19:53

Il cameraman avrebbe sicuramente filmato lo scoop... se fosse veramente successo qualcosa.