La rivelazione di Buzzfeed: "Avvocato di Mifsud coinvolto in riciclaggio di denaro"

Il sito americano accusa l'avvocato di Mifsud, Stephan Roh: "Controllava decine di società offshore che si sospetta appartengano in realtà a Mukhtar Ablyazov". Ma lui nega e minaccia azioni legali

"L'avvocato di Joseph Mifsud è invischiato in uno dei più grandi casi di frode al mondo". Il sito americano Buzzfeed accusa Stephan Roh, avvocato del misterioso professore maltese, già interpellato in passato da Inside Over, di essere coinvlto in uno scandalo di proporzioni globali. Secondo la testata americana, che afferma di aver visionato ed esaminato atti processuali e documenti inediti, l'avvocato svizzero 53enne, Stephan Roh, legale del docente maltese al centro dell'inchiesta del Russiagate e della controinchiesta condotta dal Procuratore John Durham, sospettato dall'attuale amministrazione americana di essere, se non una "spia", un collaboratore dei servizi segreti occidentali, "controllava decine di società offshore" che si presume fossero in realtà di proprietà di "Mukhtar Abyzazov", a sua volta "accusato di appropriazione indebita per miliardi di dollari da parte di Bta, una banca kazaka" nonché di "riciclaggio di denaro" attraverso "una rete tentacolare di società e iniziative imprenditoriali in tutto il mondo".

Come riporta l'Adnkronos, il nome di Ablyazov non è nuovo al pubblico italiano. Si tratta infatti del marito di Alma Shalabayeva, la donna che nel 2013 venne rimpatriata insieme alla figlia di 6 anni dall’Italia in Kazakistan, in una vicenda molto controversa, poiché Ablyazov sosteneva di essere finito nel mirino del presidente Nursultan Nazarbaev, padre-padrone del Kazakistan, per la sua opposizione al regime. Rientrata nel 2014 in Italia al termine di un braccio di ferro diplomatico, la Shalabayeva e la figlia ottennero dal Viminale lo status di “rifugiato”.

Buzzfeed News scrive inoltre "nell’arco di svariati anni, Roh e i suoi partner legali e di affari sono stati usati per spostare asset e fondi che, secondo la Bta Bank, in ultima analisi appartenevano a Ablyazov e ai suoi affiliati più stretti”. Roh, replicando al sito Usa, ha negato qualsiasi legame con Ablyazov e ha minacciato azioni legali. Contattato dall’Adnkronos, l'avvocato svizzero ha ribadito di non avere "alcun legame" con Ablyazov e che gli autori dell’articolo ne sono "perfettamente a conoscenza". In attesa che la verità su questo caso venga accertata, va però detto però che il giornale online che ora accusa Roh, come abbiamo già sottolineato in passato, non è certo un campione di trasparenza, soprattutto per ciò che riguarda le fonti, spesso riconducibili alle agenzie d'intelligence. Come osservato da The Hill, giornale politico statunitense pubblicato a Washington, D.C, la pubblicazione del falso dossier su Trump da parte di Buzzfeed "rappresenta una violazione dell'etica giornalistica".

Fu proprio il sito americano a pubblicare, il 10 gennaio 2017, il dossier redatto dall’ex spia britannica Christopher Steele dal quale emergevano contatti frequenti tra lo staff di Donald Trump e gli intermediari del Cremlino durante la campagna elettorale del 2016. Un dossier che poi si è rivelato essere in larga parte infondato e falso, come lo stesso ex membro dell’agenzia di spionaggio per l’estero della Gran Bretagna ha ammesso in seguito. Dunque, la fonte era un ex spia brittanica che ha screditato il suo stesso lavoro. Perciò se si parla di Russiagate e di personaggi che gravitano attorno a questa vicenda, il sito americano non è propriamente una fonte così disinteressata.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.