Commercializzata a New York la prima "bambola trans"

Nasce "Jazz", il primo pupazzo dedicato ai bimbi transessuali: verrà presentato sabato prossimo alla fiera del giocattolo a New York City

Si chiamerà Jazz, la prima bambola trans del mondo. Arriva da New York City, dove il prossimo 18 febbraio verrà presentata alla fiera del giocattolo.

Il nome è stato scelto in onore a Jazz Jennings, la persona più giovane al mondo a dichiararsi transgender, nell'ormai lontano 2007. Dieci anni più tardi, la Tonner Doll, specializzata in giochi da collezione, ha deciso di mettere in commercio un pupazzo a lei dedicato, con le fattezze appunto di una persona che non è né uomo né donna.

Alta 45 centimetri e "priva di attributi", Jazz è stata presentata dal fondatore di Tonner Doll, Robert Tonner, come "una eroina dei cambiamenti sociali, coraggiosa e intelligente."

Del resto essa, pur essendo la prima nel suo genere, non è certo la prima bambola "pionieristica". La prima bambola nera risale al 1968, mentre per il debutto del primo bambolotto esplicitamente omosessuale bisognò attendere il 1977. Più recente la commercializzazione di bambole in sedie a rotelle e disabili. Tutte nate con lo stesso intento: proporre giocattoli in cui ogni bambino potesse riconoscersi.

Certo, c'è da giurare che anche questa volta le polemiche non mancheranno, soprattutto nel clima infuocato delle ultime settimane. La nuova presidenza Trump ha accusato l'amministrazione Obama di aver voluto "trasformare i luoghi di lavoro e le scuole in laboratori per un grande esperimento sociale". Il riferimento è, fra l'altro, all'introduzione di bagni per transgender negli spazi pubblici. Bagni che Trump ha già annunciato di voler smantellare.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

batpas

Mar, 14/02/2017 - 11:57

che schifo !!

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 14/02/2017 - 12:33

-----trump ha detto che lo vuole provare e che lo chiamerà ciccio kim---swag gender fluid

Ritratto di Ditan

Ditan

Mar, 14/02/2017 - 12:55

Sinceramente non vedo nulla di male

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Mar, 14/02/2017 - 12:57

ripugnante

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mar, 14/02/2017 - 13:19

è l'epoca delle boiate

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mar, 14/02/2017 - 13:24

Giochi gay per allevare piccoli gay... bello schifo!

frapito

Mar, 14/02/2017 - 13:53

Ma quando si capirà che queste persone, non avendo nessuna sede organica compromessa, soffrono di psicosi schizzoide con gravi alterazioni della percezione. Invece di fare giocattoli perchè non si studia seriamente una soluzione per recuperare l'identità reale ed il ruolo sociale reale di queste persone? Hanno bisogno di aiuto e non di giocattoli!

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mar, 14/02/2017 - 14:08

Se non sei gay non sei nessuno!

i-taglianibravagente

Mar, 14/02/2017 - 15:07

CHAOS in salsa fucsia

MEFEL68

Mar, 14/02/2017 - 16:44

@@@ Ditan - Più semplicemente non vedi nulla. La cosa è gravissima, non per bigotte vedute, ma dal punto di vista medico. Un bambino/a che si sta avvicinando all'età dello sviluppo dove le divergenze sessuali tendono a diventare significative, importanti e definitive, creare incertezze non fa che rendere difficile ed incerto lo sviluppo pisco-fisico dell'adolescente. Leggi qualche libro di medicina anzichè sproloqui di gente politicizzata ed ignorante in materia.

Ritratto di Alberto86

Alberto86

Mar, 14/02/2017 - 17:11

Questi sono i black-projects finanziati dal trans Obanana. Uno dei prototipi l'hanno recuperato dall'armadio di Elkid.

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Mar, 14/02/2017 - 17:25

La distruzione del genere umano non conosce vergogne.

Ritratto di Loudness

Loudness

Mar, 14/02/2017 - 17:48

Elkid C. tu non vedi l'ora di farci una recensione eh? Buongustaio...

i-taglianibravagente

Mar, 14/02/2017 - 18:05

nell'era della "politica delle mutande" tutto cio' che riguarda i pruriti di chiunque e' degno di diventare "battaglia per i diritti" e di occupare le prime pagine di tutti i giornali...ma questa e' gia' roba vecchia...le prossime "battaglie" di civilta' riguarderanno "l'amore" libero con altre "razze"....fido e fufi, tremate!

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 14/02/2017 - 19:48

Il mercato evolve perché c'è una domanda da soddisfare, facile no?