La Danimarca bandisce il burqa: vietato indossarlo in pubblico

La Danimarca approva con 75 voti favorevoli e 30 contrari la legge che vieta di indossare burqa islamico e niqab in pubblico. La pena: una sanzione

La Danimarca bandisce il burqa: vietato indossarlo in pubblico

Approvata. È legge della Danimarca la discussa norma che impedisce l'utilizzo, nei luoghi pubblici, di vestiti che coprano del tutto il viso. A finire nel mirino, dunque, sono il burqa islamico e il niqab. Le donne musulmane non potranno più indossarlo in pubblico, pena una sanzione economica prevista per i trasgressori.

La legge è stata votata da 75 parlamentari danesi contro soli 30 contrari. Secondo quanto prescritto dal testo approvato in Parlamento, la legge entrerà in vigore tra due mesi, il primo agosto. La sanzione per chi dovesse indossare un burqa o un niqab sarà di 134 euro, ma può salire a 1.343 nel caso in cui la stessa persona venga sorpresa per più di quattro volte a infrangere la legge.

Niente carcere, comunque, per i trasgressori. L'idea della galera era stata paventata dal Partito Popolare danese, formazione estremista che garantisce l'appoggio esterno al governo di minoranza liberal-conservatore. Decisioni simili erano state prese anche in Austria e in Quebec.

Commenti