Il declino di Hillary Clinton: ora anche i dem la evitano

Joe Biden posta sui social un fotomontaggio con tutti i big del Partito democratico Usa: manca proprio lei, l'ex Segretario di stato Hillary Clinton. I dem non vogliono schierarla perché troppo divisiva

Il declino di Hillary Clinton: ora anche i dem la evitano

Hillary Clinton: da Segretario di Stato americano con Barack Obama a volto del partito democratico nel 2016, l'ex First Lady è caduta nell'oblio. Tanto che, come riporta il Washington Examiner, i consiglieri di Joe Biden e il suo entourage tutto pensano di fare tranne che coinvolgerla nella prossima campagna elettorale. "C'è troppo in gioco per combattere vecchie battaglie politiche, motivo per cui penso che figure come Obama, Sanders e Warren giocheranno un ruolo importante tra oggi e novembre", ha spiegato alla testata americana una fonte interna del Partito democratico. Se l'ex Presidente Barack Obama è ancora estremamente popolare tra l'elettorato democratico, Hillary, al contrario, viene vista come una figura ingombrante e divisiva. "Il fatto che Hillary Clinton non venga nemmeno menzionata dimostra come l'ex first lady e suo marito Bill Clinton siano due figure politiche estremamente polarizzanti per il Paese" scrive il Washington Examiner.

"Mi aspetto pienamente che Hillary appoggi Joe, e inoltre, svolga un ruolo attivo nella sua campagna. Ma queste elezioni riguardano il futuro, non il passato" sottolinea la fonte alla testata Usa. Ma c'è un altro elemento che dimostra l'imbarazzo dei dem verso l'Ex Segretario di stato. Nelle scorse ore Joe Biden, di fatto prossimo sfidante di Donald Trump alle elezioni presidenziali di novembre, ha pubblicato un post - "Democrats Unite" - su instagram con la squadra dei big del partito al completo. Un fotomontaggio nel quale compaiono l'ex presidente Barack Obama, la senatrice Amy Klobuchar, Elizabeth Warren, Bernie Sanders, Kamala Harris e l'ex sindaco Pete Buttigieg. "Insieme, possiamo trasformare questa nazione", si legge. Peccato che tra i big manchi proprio lei, Hillary Clinton.

Anche perché Barack Obama ha ufficialmente appoggiato la candidatura di Joe Biden lo scorso 14 aprile, mentre Hillary non l'ha ancora fatto ufficialmente. Ospite di Jimmy Fallon qualche settimana fa, si è limitata a dire che Biden "ha l'esperienza" giusta "sa cosa bisogna fare" per "rimediare ai danni causati da Donald Trump". Nulla che assomigliasse però a un endorsement ufficiale. Segnale forse di qualche vecchio attrito fra i due.

Hillary Clinton è il politico che ha ricevuto più soldi da Weinstein

Ma come mai tanto imbarazzo? Sarà forse che, come riportato da IlGiornale.it, l'ex Segretario di Stato americano, l'icona femminista che avrebbe dovuto sconfiggere Donald Trump e diventare così la prima presidente donna degli Stati Uniti d'America, è colei ha ricevuto più soldi durante la sua carriera dall'ex produttore cinematografico Harvey Weinstein rispetto a qualsiasi altro politico sulla piazza? È sicuramente una delle possibili spiegazioni. Oltre al fatto che se il Partito democratico e Joe Biden vogliono battere Donald Trump a novembre dovranno conquistare gli elettori Gop - soprattutto negli stati chiave - e schierare Hillary Clinton non è affatto una buona idea. Ed è per questo motivo che la snobbano.

Commenti