Dal dentifricio al tappo della vasca. Ecco tutti i vizi del principe Carlo

L'erede al trono è stato etichettato come il "principe più viziato" per le sue manie e bizzarre richieste soprattutto in tema di guardaroba e cura della persona

La lavatrice? Bandita. Il dentifricio? Nelle giusta dose già sopra lo spazzolino. I lacci delle scarpe? Stirati ogni giorno. La lista delle bizzarrie richieste dal principe Carlo è lunga e sorprendete. Sarà per questo che il primogenito della regina Elisabetta, da tempo, è soprannominato il "principe più viziato" della famiglia reale.

Nel corso degli anni sono emerse molte delle manie dei reali inglesi ma l’erede al trono è sicuramente quello che ne ha di più e soprattutto più imbarazzanti. Secondo le biografie reali, infatti, il principe Carlo sin da piccolo è stato abituato a non fare proprio nulla. Gli altri fanno per lui, sistemano e preparano affinché l'erede si stanchi il meno possibile e trovi tutto pronto come lui desidera. Inevitabili i vizi, protratti nel tempo, che i domestici e maggiordomi del principe Carlo conoscono alla perfezione e mettono in atto ogni mattina al suo risveglio.

L'etichetta del risveglio del principe Carlo

A svelare parte delle manie di Carlo è il biografo reale Brian Hoey, autore di alcune dei libri reali più venduti nel mondo: "Il principe di Galles non solleva niente. Si alza la mattina e il suo accappatoio è lì ad aspettarlo; entra in bagno e tutto è già pronto e posizionato. Anche quando esce dalla vasca l'asciugamano è piegato in modo speciale, quindi deve solo sedersi e avvolgerlo su se stesso". Persino il contenuto della vasca è dettato da regole precise: l'acqua "appena" tiepida, la vasca riempita solo per metà e il tappo posizionato sempre in una certa posizione.

Fissazioni e manie che riguardano anche il dentifricio del principe Carlo. Paul Burrell, ex maggiordomo reale, ha raccontato che a occuparsene deve essere sempre lo stesso cameriere, che spreme la giusta quantità di dentifricio dal tubetto per lui (un pollice) e lo posiziona sullo spazzolino pronto per essere semplicemente utilizzato.

Le regole della biancheria e degli indumenti

Sono molti i libri e le rivelazioni fatte da ex dipendenti che confermano le fissazioni del principe Carlo. Dopo i rituali del risveglio e della cura della persona, il primogenito della regina Elisabetta non sarebbe solo neppure quando si tratta di vestirsi. Quattro valletti lo aiutano a cambiarsi d’abito da quattro a cinque volte al giorno. "Nel suo camerino i suoi vestiti sono disposti per lui - ha svelato l'ex maggiordomo Burrell - anche i suoi calzini, sinistro e destro, sono esattamente al posto giusto affinché il principe faccia meno sforzi e la sua biancheria intima è piegata sempre in un certo modo".

La rapidità e la sveltezza a Clarence House non sono contemplate. Il principe Carlo pretende che le lenzuola in cui lui e la moglie Camilla dormono siano stirate per almeno un'ora, anche quando la coppia è in viaggio. Per non parlare poi dei lacci delle scarpe, puliti e stirati tutti i giorni come del resto il pigiama reale. E guai a usare la lavatrice, messa al bando dal reale da molti anni. Gli abiti di Carlo e Camilla vengono lavati esclusivamente a mano da tre camerieri addetto ai vestiti della coppia. E se qualcuno sbaglia qualcosa, tutti vengono rimproverati. Ma del resto il principe Carlo è destinato a diventare re e come tale ha sempre avuto un trattamento particolare: "E' cresciuto con uno stile di vita così privilegiato che non è più abituato a scegliere da solo".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 11/09/2020 - 10:56

E questo dovrebbe fare il re?? Mi sa che faranno di tutto per far vivere Elisabetta fino a 120 anni.

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Ven, 11/09/2020 - 13:25

Spero che l'articolo sia uno scherzo. Ci sono cose ben peggiori e innominabili che accadono nelle famiglie reali di tutta Europa e nei circolini frequentati da quelli che credono di essere più illuminati del resto dell'umanità.

cgf

Ven, 11/09/2020 - 13:45

@Quintus_Sertorius Ven, 11/09/2020 - 13:25 Non è uno scherzo, oramai nessuno lo invita più per un weekend o altro. Oltre al rituale sopra indicato, per sommi capi, Carlo vuole il proprio mobilio, questo vuole dire che richiede ambienti vuoti in cui porre i mobili che provvederà ad inviare insieme alla propria biancheria. Quando montato e solo dopo la supervisione di persona di fiducia, lui e Camilla vi si trasferiscono per il weekend, in caso contrario rinunciano anche se solo in giardino vi siano fiori sgraditi o manchino quelli che amano. Ho seri dubbi che sua madre voglia farlo divenire re.

ROUTE66

Ven, 11/09/2020 - 14:30

E MENO MALE CHE FINO AD IERI DAVATE CONTRO ALLA MEGHAN. ORA AVETE TROVATO UN ALTRO OSSO,buon appetito

ROUTE66

Ven, 11/09/2020 - 14:34

Così tanto per informarvi,Ho letto che MEGHAN e marito hanno restituito i soldi spesi per ristrutturare CASA. MA NON ERANO SUL"ORLO DELLA MISERIA.

GioZ

Ven, 11/09/2020 - 14:40

E andiamo, non capisco perchè scandalizzarsi tanto. Prima cosa, i suoi valletti e maggiordomi sono ben pagati e hanno anche delle gratifiche in varie occasioni, e vorrei vedere a chi non piacerebbe avere già tutto pronto dalla mattina alla sera, toilette, vestiti, scarpe e automobile. Questo dà lavoro a tante persone e se serve al decoro dei nobili che spendono tanto meglio.

Dordolio

Ven, 11/09/2020 - 15:43

La Corte d’Inghilterra è assai costosa e si capisce perchè. La nostra presidenza della repubblica pare che costi il triplo. Mi piacerebbe leggere un esaustivo articolo che spieghi come e dove finiscono i quattrini. Non me lo vedo Mattarella che si fa stirare TRE volte i calzini o che pretenda le lenzuola stirate per TRE ore. Almeno così credo....