Donald Trump gioca la carta Melania

Melania Trump ha parlato alla periferia di Filadelfia, in Pennsylvania, per sostenere il marito: "Donald Trump renderà l'America giusta, sicura, prospera e fiera"

La campagna elettorale è agli sgoccioli. Hillary Clinton punta sulle star della musica (Beyoncé sul palco insieme al marito Jay Z canterà per lei a Cleveland, cercando di spingere i giovani elettori dell'Ohio a votare per la democratica, sfavorita nei sondaggi). Tra le altre star che si esibiranno ci sono Katy Perry, The National e John Legend. Donald Trump, invece, gioca la carta Melania. "Mio marito farà l’America di nuovo grande", ha detto la moglie del tycoon a Berwyn (Pennsylvania), nel suo primo e unico comizio elettorale dopo il flop dello scorso luglio alla convention repubblicana di Cleveland, quando fu accusata di aver copiato un vecchio discorso di Michelle Obama. "La nostra cultura è diventata troppo meschina", ha osservato la signora Trump. Ed ha promesso che se diventerà first lady si impegnerà contro il cyberbullismo e a sostegno di donne e bambini. Immediata, sui social network, è scattata l’ironia degli anti Trump, che hanno ricordato a Melania gli insulti "postati" dal candidato repubblicano e alcune sue frasi sulle donne, considerata da "bullo".

"Donald Trump renderà l'America giusta, sicura, prospera e fiera", dice Melania dal palco di Berwyn. "L'8 novembre dobbiamo vincere e dobbiamo stringerci insieme come americani, dobbiamo trattarci con rispetto e gentilezza anche quando siamo in disaccordo", ha detto la moglie del candidato repubblicano, che poi ha concluso il suo discorso citando lo slogan della campagna di Trump, promettendo che suo marito "farà tornare grande l'America". Se Trump sarà eletto presidente, Melania, di origini slovene, sarà la prima first lady nata all'estero negli ultimi 187 anni.

"Che tipo di first lady sarò? Sarà mio onore e privilegio servire questo Paese", ha detto Melania. "Io faccio la mamma a tempo pieno. Noi sappiamo quanto siamo fortunati. Voglio che i nostri figli in tutto il mondo vivano una vita meravigliosa, che siano sicuri e protetti. Dobbiamo insegnare ai nostri giovani i valori americani: la gentilezza, l'onestà".

Una campagna elettorale diversa dalle altre

"Non è una campagna ordinaria. È un movimento nel quale la gente si sente coinvolta e dal quale si sente ispirata. L’ho toccato con mano". Nel ricordare la sua infanzia in Slovenia, dove è nata, Melania Trump ha detto di essere stata ispirata dal presidente Ronald Reagan. "A 10 anni ho sentito parlare di un uomo chiamato Ronald Reagan che era stato eletto presidente... era come se fosse sorto il sole nel mondo, anche nel mio piccolo paese, è stata una vera ispirazione per me".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

carlo19361

Ven, 04/11/2016 - 18:52

Speriamo che Trump riesca a sconfiggere quella arrogante, bugiarda e mafiosa di Hillary, perché così anche in America si incomincia fare piazza pulita dei grandi poteri mafiosi e consolidati che vogliono sempre dominare il mondo.