Elezioni Usa, staff di Trump annuncia ricorsi negli stati chiave

La Campagna di Donald Trump è pronta a chiedere il riconteggio dei voti in Michigan, Wisconsin, Nord Carolina, Georgia e Pennsylvania. Rudy Giuliani parla apertamente di "massicci brogli" ai danni dei repubblicani

Elezioni Usa, staff di Trump annuncia ricorsi negli stati chiave

Mentre sembra avvicinarsi la vittoria del candidato democratico, Joe Biden, in questo momento in vantaggio negli stati chiave necessari per raggiungere quota 270 grandi elettori e vincere queste rocambolesche elezioni presidenziali, lo staff di Donald Trump, riporta l'agenzia Agi, ha appena ha presentato un ricorso in tribunale per fermare il conteggio dei voti in Michigan. Ad annunciarlo il manager della campagna, Bill Stepien. Lo Stato, cruciale per la conquista della Casa Bianca, vede al momento - con il 94% di voti scrutinati - Biden in testa con il 49,6% dei voti contro il 48,7% di Trump. "Wow! Sembra che il Michigan ha ora trovato i voti necessari per tenere un fantastico giovane uomo, John James, fuori dal Senato. Che cosa terribile sta avvenendo!" ha twittato nelle scorse ore il tycoon, continuando a denunciare brogli elettorali negli Stati in bilico dove si stanno ancora contando le schede.

Lo stesso accade in Pennsylvania, dove il presidente uscente ha già mosso i suoi avvocati in vista della battaglia legale con Joe Biden. "Diretto a Philadelphia con un team di legali", ha annunciato su Twitter l'avvocato personale del presidente ed ex sindaco di New York, Rudolph Giuliani. "Massicci brogli. Trump sopra di 550mila con 75% voti conteggiati. Non permetteremo a quei dilettanti dei democratici di Philly che ce la rubino", ha aggiunto.

Raffica di ricorsi di Trump negli stati chiave, dal Michigan al Wisconsin

Oltre al Michigan, Trump vuole chiedere ufficialmente il riconteggio delle schede negli stati in cui potrebbe perdere con poco scarto e in particolare nel Wisconsin, dove al momento Joe Biden ha il 49,6% dei voti e il presidente il 48,95%, come ha confermato il responsabile della campagna elettorale di Donald Trump, Bill Stepien, che secondo quanto riportano i siti americani, avrebbe messo già al lavoro gli avvocati negli stati contesi. Riguardo al Wisconsin, Stepien ha dichiarato che "il presidente è ben al di dentro della soglia utile per richiedere un riconteggio e lo farà immediatamente".

La campagna di Trump ha fatto sapere ai suoi rappresentanti sul territorio che avvocati sono stati inviati anche in diversi altri Stati, tra cui Nord Carolina e Georgia, dove il candidato repubblicano è leggermente in testa ma si conta ancora e non sono stati assegnati con certezza. Intanto, lo staff del presidente uscente ha fatto sapere che alcuni suoi consiglieri terranno a breve una conferenza stampa a Filadelfia: tra i partecipanti anche il figlio del presidente, Eric Trump. Nel frattempo, l'Associated Press ha dato Joe Biden vincitore in Wisconsin, strappato ai Repubblicani con il 49,6% contro il 48,9% assegnato a Donald Trump. Biden passa così a 248 voti nel collegio elettorale contro i 214 del presidente uscente. Al candidato democratico mancano 22 voti elettorali per andare alla Casa Bianca: deve conquistare solo il Nevada e il Michigan per vincere, stati dove attualmente è in vantaggio.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti