Flotta di portaerei Usa verso la Corea del Nord

Sale ancora la tensione: il Pentagono sposta le navi dopo che Pyongyang ha ribadito di voler dotarsi di bomba atomica

Flotta di portaerei Usa verso la Corea del Nord

Dopo l'attacco alla Siria e la reazione di Pyongyang che ne ha approfittato per giustificare il suo programma nucleare e i piani per dotarsi di bomba atomica, la tensione è alle stelle.

La risposta degli Stati uniti non si è fatta attendere: una flotta di portaerei americane si sta infatti muovendo verso la penisola coreana, nel Pacifico occidentale, come hanno confermato fonti del Pentagono. "Il comando del Pacifico degli stati Uniti ha ordinato al gruppo aeronavale di portaerei Carl Vinson di mobilizzarsi come misura di prudenza per mantenere la sua dispozione e presenza nel Pacifico", ha spiegato un portavoce del Pentagono, "La principale minaccia nella regione continua a essere la Corea del Nord, a causa della suo irresponsabile e destabilizzante programma nucleare".

Il gruppo di navi da guerra statunitensi, sotto il controllo della terza forza del Pacifico Orientale, ha sospeso una missione prevista in Australia e tornerà a dirigersi in acque vicine alla penisola coreana dove già era stata di stanza un mese fa per partecipare alle manovre militari annuali assieme alla marina della Corea del Sud

Commenti