Mondo

Grecia, accordo coi creditori: "Così già aiuti dal 20 agosto". Ma la Merkel resta perplessa

È stato definito oggi un documento di 27 pagine che mette in cantiere le riforme che Atene dovrà realizzare nei prossimi tre anni

Grecia, accordo coi creditori: "Così già aiuti dal 20 agosto". Ma la Merkel resta perplessa

L’accordo tra la Grecia e i creditori è stato raggiunto, ma Berlino mostra resistenze. Lo scrive Frankfurter Allgemeine Zeitung, secondo cui è stato definito oggi un documento di 27 pagine che mette in cantiere le riforme che Atene dovrà realizzare nei prossimi tre anni e apre così la strada al terzo pacchetto di aiuti. Se tutti saranno d’accordo, e per tutti s’intende soprattutto la Germania, allorà si potrà varare una prima tranche di aiuti entro il prossimo 20 agosto, dopo una convocazione straordinaria del Bundestag per il 17 e 18 dello stesso mese.

La Cancelleria tedesca, scrive ancora Faz, preferirebbe un negoziato più lungo e meno affrettato e, intanto, un finanziamento ponte. Secondo quanto riporta la Faz i creditori - Ue, Fmi e Bce - definiscono il pacchetto di riforme individuato come "sostanziale e strutturale". Se anche gli stati europei saranno d’accordo, il nuovo programma di aiuti potrà attivarsi dal 20 agosto, ma il pacchetto, avverte il quotidiano tedesco, potrebbe essere ritardato dalle riserve di Berlino. Il governo greco, ricorda la Faz, ha già in programma la discussione di un nuovo round di riforme in settimana, da votare entro il 14 agosto, che prevede il taglio delle spese per la difesa e dei sussidi per gli agricoltori.

Commenti