Le indagini della Russia sulle missioni lunari degli Stati Uniti

Vladimir Markin, portavoce del Comitato Investigativo: "Le indagini riveleranno nuovi retroscena sugli storici viaggi spaziali"

Le indagini della Russia sulle missioni lunari degli Stati Uniti

Alta tensione tra Stati Uniti e Russia. Mosca adesso mette nel mirino Washington e avvia, secondo quanto racconta La Stampa, un'inchiesta che potrebbe svelare nuove verità sugli storici viaggi spaziali degli americani. Vladimir Markin, portavoce del Comitato Investigativo del governo russo ha avviato verifiche soprattutto sulle missioni lunari denominate Apollo tra la fine degli anni '60 e i primi anni '70. Markin è certo: "Le indagini riveleranno nuovi retroscena sugli storici viaggi spaziali".

Markin sottolinea come i preziosi filmati originali del primo allunaggio di Neil Armstrong e Buzz Aldrin siano andati distrutti. E si chiede che fine abbiano fatto i tanti manufatti, tra cui quintali di pietre lunari, portate sulla terra. "Non vogliamo sostenere che gli americani non siano andati sulla Luna e che abbiano semplicemente girato un film sulla missione. Ma tutti questi manufatti scientifici - o forse culturali - fanno parte del patrimonio dell’umanità e la loro scomparsa senza lasciare traccia è una perdita per tutti noi. Un’indagine potrebbe rivelare che cosa è accaduto" scrive Markin.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti