"Andrea nel video degli abusi". La villa delle orge di Epstein era un ricatto

Il legale della principale accusatrice del principe Andrea, David Boies, ha rivelato al Daily Mail un particolare che potrebbe gettare ulteriore fango sulla famiglia reale britannica

Una nuova rivelazione sta per causare nuovo imbarazzo sul principe Andrea. David Boies, legale di Virginia Giuffre, ha rivelato al Daily Mail che il duca di York è stato “senza alcun dubbio” ripreso segretamente dalle telecamere presenti in tutte le dimore di Jeffrey Epstein. La Giuffre ha affermato di essere stata “trafficata” ad Andrea dalla diabolica coppia formata da Jeffrey Epstein e Ghislaine Maxwell quando era minorenne. Stando ai racconti della 36enne americana, lei e il figlio di Elisabetta avrebbero avuto diversi rapporti intimi, ma Andrea ha sempre negato, affermando di non ricordarsi di aver conosciuto la donna.

Ma ora la rivelazione di Boies smentirebbe definitivamente quanto affermato dal duca, creando scompiglio a corte. “Non c’è nessun dubbio che Andrea sia stato filmato dalle telecamere nelle stanze e aree private delle ville di Epstein”, afferma l’avvocato. “Sappiamo che c’erano telecamere nella casa di New York e in tutte le altre proprietà di Epstein. Sappiamo che c’era una gran quantità di videocassette. Il principe Andrea è tra coloro che sono stati ripresi”. Molte delle vittime degli abusi del finanziere pedofilo hanno affermato negli anni di aver notato telecamere di sorveglianza in aree private, come le camere da letto. Si legge sul Daily Mail che una delle ragazze del magnate si imbatté in una “porta nascosta” all’interno della casa newyorkese di Epstein. Dentro la donna vide “degli uomini visionare decine di monitor che mostravano quello che accadeva in ogni stanza della casa, comprese le camere da letto e le sale per i massaggi”.

La stessa cosa ha rivelato un’altra vittima del milionario, Maria Farmer. La donna ha affermato di aver visto una stanza con diverse tv collegate con dei feed alle telecamere. “Era tutto filmato all’epoca”, ha raccontato la Farmer, che ha aggiunto: “Gli chiesi a cosa servissero le telecamere e lui mi rispose ‘mi metto al sicuro’ ". Lo scopo di Jeffrey Epstein era di invitare nelle sue lussuose dimore uomini ricchi e potenti, farli sedurre da ragazze giovanissime, alcune minorenni e filmare ogni loro mossa come sorta “assicurazione” o, per meglio dire, di ricatto. Pur non essendo state ancora trovate tracce di filmati “piccanti” di Andrea, Boies è sicuro che il materiale esista.

La prova che Epstein fosse solito riprendere i suoi ospiti in ogni loro attività all’interno delle sue proprietà, ci arriva dalla sua complice, Ghislaine Maxwell. Arrestata il 2 luglio con le accuse di cospirazione nel traffico di minorenni e abuso e adescamento di minore, nella casa della “dama nera” del magnate l’Fbi ha trovato numerose foto e video di ragazze nude. Tra quelle fotografie potrebbe esserci anche l’amico d’infanzia della Maxwell, Andrea di York, che ora fa tremare di paura l’intera Royal Family.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.