Libia, liberato il tecnico Gianluca Salviato

Soffriva di diabete e, quando è stato rapito, si temeva per la sua salute. È giunto a Roma questa notte

Libia, liberato il tecnico Gianluca Salviato

La buona notizia arriva dalla Farnesina. Gianluca Salviato, rapito in Cirenaica nel marzo 2014, è stato liberato ed è giunto a Roma questa notte. "Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale conferma la liberazione del connazionale Gianluca Salviato, giunto a Roma questa notte. Grazie al lavoro di tutti gli organi dello Stato coinvolti", si legge in una nota della Farnesina.

Salviato, che soffriva di diabete, era stato rapito in Libia il 22 marzo 2014 e lavorava a Tobruk per l’azienda Enrico Ravanelli, società che opera nel settore delle costruzioni. Dalle prime ore dopo il suo rapimento si è subito temuto per la sua salute perché soffre di diabete e perché nella sua macchina erano rimaste le medicine per lui vitali. Il tecnico quarantottenne si trovava a Tobruk per seguire i lavori di realizzazione degli impianti fognari nei quali l’azienda è impegnata da due anni.

Commenti