Londra, accoltellato muezzin in moschea

La vittima, di 70 anni, è stata colpita al collo. L'uomo è stato subito portato in ospedale e non sarebbe in pericolo di vita. L'aggressione è avvenuta in una moschea di Londra

A Londra un uomo è stato accoltellato in una moschea del centro di Londra durante le preghiere del pomeriggio. Secondo quanto riportato da SkyNews, l'episodio è avvenuto nel centro di preghiera islamico situato a Regent's Park, uno dei più grandi del Paese.

La vittima, il muezzin, quando è stata colpita si trovava all'ingresso della moschea, assieme a circa 300 persone. Ancora ignote le cause, anche se la polizia locale ha reso noto di aver arrestato sul posto una persona perché sospettata di tentato omicidio. La Bbc aggiunge ulteriori particolari. Alcuni testimoni hanno confermato sui social che la vittima, di 70 anni, è stata colpita al collo e ha riportato diverse ferite. L'uomo è stato subito portato in ospedale e non sarebbe in pericolo di vita. Le prime immagini del presunto aggressore mostrano un uomo di carnagione chiara, con i capelli bruno rossicci, una felpa rossa con il cappuccio e i piedi nudi, che viene bloccato a terra dai poliziotti.

La ricostruzione degli eventi

Abi Watik, un testimone dell'attacco, ha detto, sempre alla Bbc, che l'aggressore aveva frequentato la moschea regolarmente per diversi mesi: “Stava pregando dietro la vittima, fino a quando non ha estratto un coltello per pugnalarla”. Dopo il gesto “è rimasto in silenzio tutto il tempo”.

Il London Ambulance Service ha fatto sapere che l'uomo ferito è stato portato in un centro traumi: “Abbiamo inviato un equipaggio di ambulanze, un paramedico in macchina e un esperto paramedico. Abbiamo trovato un uomo sulla scena e l'abbiamo portato in un importante centro di traumi”.

Miqdaad Versi, del Consiglio musulmano della Gran Bretagna, ha affermato di essere stato informato dalla gente presente nella moschea che l'attacco sarebbe avvenuto proprio mentre venivano allestiti i preparativi per le preghiere pomeridiane. “È profondamente preoccupante che ciò sia accaduto – ha aggiunto Versi - Dati altri recenti attacchi altrove molti musulmani sono al limite”.

Dal canto suo il primo ministro Boris Jhonson ha fatto sapere di essere “profondamente rattristato” per quanto accaduto e che i suoi “pensieri vanno alla vittima e a tutte le persone colpite”. Questo il suo tweet integrale: “Sono profondamente rattristato dell'attacco alla London Central Mosque. È davvero orribile che sia accaduto, specie in un luogo di preghiera; il mio pensiero alla vittima e a tutte le persone colpite".

https://twitter.com/BorisJohnson/status/1230535733154324480

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.