L'Ue è terrorizzata da Trump. Hacker svelano i messaggi dei diplomatici

Migliaia di cablogrammi intercettati dagli hacker svelano le conversazioni tra i funzionari europei su Trump, Cina, Russia e anche Iran

L'Ue è terrorizzata da Trump. Hacker svelano i messaggi dei diplomatici

Cosa ne pensa l'Unione europea di Donald Trump? A rivelarlo, un gruppo di hacker che ha intercettato le comunicazioni diplomatiche fra i funzionari dei Paesi membri dell'Ue, scaricando migliaia di cablogrammi. Quello che ne scaturisce è un'immagine di un'Europa molto preoccupata, che considera Trump imprevedibile, soprattutto nei rapporti con Europa, Cina e Russia. Ma anche riguardo al programma nucleare iraniano.

La notizia è stata data dal New York Times che ha ottenuto più di mille cablogrammi scoperti grazie al lavoro dell'azienda Area 1. Secondo l'agenzia, le tecniche di hackeraggio sono molto simili a quelle utilizzate dal governo cinese. E, per questo, molti negli Stati Uniti credono che dietro questa mossa vi sia l'intelligence di Pechino. Accuse che ovviamente non possono essere provate. Ma che dimostrano il conflitto fra Cina e Stati Uniti anche sul fronte di servizi.

In uno dei cablogrammi, i diplomatici europei rivelano dettagli sull'incontro tra Trump e Vladimir Putin. I funzionari americani parlano "di successo (almeno per Putin)". In un'altra comunicazione, invece, si parla di una discussione tra funzionari europei e il presidente cinese Xi Jinping in cui il leader di Pechino paragona il "bullismo" del presidente Usa a una "partita di boxe freestyle senza regole".

Ma il materiale divulgato rischia di avere ripercussioni molto più importanti. Oltre ai rapporti con Israele, Arabia Saudita e Iran, i cablogrammi intercettati includono relazioni molto approfondite sulle mosse della Russia in Ucraina. In uno di questi, si legge che la Crimea è stata trasformata in una "zona calda dove potrebbero essere già state schierate testate nucleari". Parole che potrebbero avere un peso molto rilevante nei rapporti fra Mosca ed Europa. Ma anche fra Europa e Stati Uniti.

Commenti