Macron: "L'Iran deve rispettare l’accordo nucleare"

"Dobbiamo mantenere Teheran nell'accordo e dobbiamo lavorare tutti assieme per realizzarlo", ha dichiarato il presidente francese Emmanuel Macron al termine dell’incontro del vertice europeo di Sibiu

Macron: "L'Iran deve rispettare l’accordo nucleare"

Il presidente francese Emmanuel Macron ha esposto stamane, durante il vertice dei 27 leader dell’Unione europea (Ue) a Sibiu in Romania, la sua idea sulla posizione dell’accordo nucleare di Vienna siglato con l'Iran nel 2015.

Secondo l’europeista Macron, Teheran dovrebbe restare all’interno del patto multilaterale stipulato in accordo con Cina, Francia, Regno Unito, Russia, Stati Uniti, Germania ed Ue, per ottemperare gli impegni assunti da tutti i paesi firmatari di tale intesa.

"Dobbiamo mantenerlo, - ha dichiarato monsieur le président - l'Iran deve rimanere in quell'accordo e dobbiamo lavorare tutti per rimanere in questo patto”. L’uomo forte di Parigi ha ribadito come l’intesa nucleare di Vienna non sia “sufficiente” di per sé, indicando il 2025 come anno di scadenza per la dismissione completa del programma nucleare dell’antica Persia. “La Francia, fin dall'inizio, è fortemente coinvolta nell'accordo nucleare”“La Francia, fin dall'inizio, è fortemente coinvolta nell'accordo nucleare”, ha aggiunto Macron.

A sostegno delle ultime affermazioni del presidente francese, si è schierata anche Federica Mogherini, nella sua veste di alto rappresentante dell'Unione europea per gli affari esteri, che ha sottolineato il serio impegno dell’Ue a garantire e a mantenere l’intesa con Teheran.

“Spero che il nostro impegno, - ha detto Federica Mogherini - che è ancora al 100% per preservare questo importante accordo, contribuisca a mantenerlo in futuro”. “C’è molta preoccupazione" … ma l’Ue è "pienamente impegnata a rispettare il patto” che è “una questione di sicurezza per noi e per tutto il mondo. Finora abbiamo visto che l'Iran ha pienamente rispettato tutti i suoi impegni nucleari. L'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) controllerà il rispetto di tutti gli impegni nucleari. Noi continueremo a vedere l'adempimento dell'Iran attraverso la lente di valutazione effettuata dall’Aiea".

Le relazioni con l’Unione Europea hanno iniziato a vacillare dopo l’uscita degli Stati Uniti di Donald Trump dall’accordo internazionale sul nucleare, frutto d’intensi sforzi diplomatici raggiunti dopo circa 12 anni di crisi sulla questione nucleare iraniana. Ad acuire la tensione negli ultimi giorni sono state le nuove sanzioni economiche imposte a Teheran da Washington. Proprio per questo motivo il presidente iraniano Hasan Rouhani ha ribadito la volontà dell’Iran a continuare il programma nucleare nazionale.

Commenti