La mossa finale della Finlandia: "Pronti a entrare nella Nato"

La mossa della Finlandia era nell’aria da settimane. Domani il parlamento finlandese esaminerà e voterà il progetto ufficiale di adesione

La mossa finale della Finlandia: "Pronti a entrare nella Nato"

Adesso è arrivata anche la conferma ufficiale. La Finlandia chiederà di entrare nella Nato ed è pronta ad entrare in una nuova era. Nel corso di una conferenza stampa, il presidente finlandese, Sauli Niinisto, è la premier, Sanna Marin, hanno spiegato che Helsinki presenterà la richiesta di adesione all’Alleanza Atlantica.

La decisione di Helsinki

La mossa della Finlandia era nell’aria da settimane, mentre nei giorni scorsi la leadership del Paese scandinavo aveva diffuso un comunicato nel quale si faceva intendere che sarebbe presto arrivato il giorno X. Le motivazioni di questo importante cambio di passo sono sostanzialmente due: da una parte la guerra in Ucraina, dall’altra il rischio che le provocazioni della Russia possano sfociare in veri e propri atti ostili. Possiamo insomma riassumere la decisione di Helsinki dietro all’ imprevedibilità mostrata da Mosca.

Secondo il presidente Niinisto, l'ingresso del Paese dell'Allenza "massimizzerà" la sicurezza nazionale. Marin ha invece affermato di sperare che il parlamento finlandese approvi la decisione di presentare la domanda di adesione all'organizzazione. "Speriamo che il Parlamento confermi la decisione di fare domanda di adesione alla Nato nei prossimi giorni", ha dichiarato.

Un giorno storico

Niinisto ha annunciato - in finlandese, svedese e inglese - la presentazione formale della richiesta di ingresso nell'Alleanza atlantica. "In Finlandia - ha affermato - avremo ancora davanti a noi un processo parlamentare, ma speriamo che il Parlamento dibatterà questa decisione storica con determinazione e responsabilità".

"Non avremmo fatto questa scelta se non avessimo pensato che avrebbe rafforzato la nostra sicurezza nazionale: la minaccia nucleare è molto seria ma non si può isolare a una sola regione", ha aggiunto Marin. "Penso che essere all'interno della Nato ci darà sicurezza perchè anche la Nato ha armi nucleari e ci sarebbe una risposta se la Russia le usasse, quindi questa decisione ci rafforza, non ci indebolisce", ha ribadito, ancora, la premier.

I prossimi passi

Niinisto è Marin hanno quindi affermato di essere preparati a diversi tipi di azioni russe. "Non ce le auguriamo, ma siamo preparati e ci stiamo preparando da questa primavera". "Quando guardiamo alla Russia, la vediamo molto diversa da come la vedevamo solo pochi mesi fa. Tutto è cambiato quando ha attaccato l'Ucraina e personalmente penso che non possiamo più fidarci del fatto che ci sarà un futuro pacifico vicino alla Russia da soli", ha specificato Sanna Marin sempre in conferenza stampa.

Nelle ultime ore Niinisto ha informato il presidente russo Vladimir Putin della decisione presa. Il parlamento finlandese esaminerà e voterà domani il progetto ufficiale di adesione. "Quando guardiamo alla Russia, la vediamo molto diversa da come la vedevamo solo pochi mesi fa. Tutto è cambiato quando ha attaccato l'Ucraina e personalmente penso che non possiamo più fidarci del fatto che ci sarà un futuro pacifico vicino alla Russia da soli - ha detto il presidente finlandese - Ma ciò che è certo è che le relazioni con la Russia cambieranno".

Sanna Marin ritirne che non ci siano ostacoli all'ingresso del suo Paese nella Nato, e che dunque la fumata bianca possa essere dietro l’angolo. "Non abbiamo alcuna indicazione nell'Alleanza che ci saranno problemi per l'adesione di Finlandia e Svezia - Siamo già molto interconnessi e siamo stretti partner della Nato", ha concluso.

Commenti