Da New York a Londra in 4 ore e 56 minuti: record con la tempesta Ciara

Volo dei record per la compagnia inglese British Airways:da New York a Londra in 4 ore e 26 minuti di percorrenza. Meglio solo il Concorde nel 1996 con 2 ore e 52 minuti per la stessa tratta

Da New York a Londra in 4 ore e 56 minuti. Si tratta del volo da record fatto registrare dalla British Airways che, nella notte tra sabato e domenica, ha messo a segno un tempo di percorrenza degno da guinness dei primati.

Più che un aereo, uno shuttle. Così, il Boeing 747 di proprietà della compagnia di linea britannica ha sorvolato l'oceano atlantico facendo segnare un minutaggio senza precedenti storici recenti degni di nota: meno di 5 ore. Un primato che polverizza il miglior tempo del Boeing 787 della Norwegian Air che, nel gennaio 2018, aveva coperto la medesima tratta in 5 ore e 13 minuti. Numeri di capogiro, ma tuttavia distanti dal "record dei record" detenuto dal Concorde con la traversata transatlantica del 1996 compiuta in 2 ore, 52 minuti e 59 secondi con picchi di velocità massima di 1.350 mph.

Il bolide dei cieli - così come è stato soprannominato dalla stampa estera - è decollato sabato pomeriggio dal Jfk di New York alle 18.47 orario locale ed è atterrato all'aeroporto di Heatrhrow alle 4.43, con quasi 2 ore di anticipo rispetto all'arrivo programmato per le 6.25. Teletrasporto? Assolutamente no. Tutto merito della coppia di piloti che, approfittando del flusso di venti favorevole che soffiava sull'atlantico con punte di 260 miglia per ora, ha saputo cavalcare l'onda (jet stream) che ha permesso al jet supesonico di viaggiare alla velocità di 825 mph ad un'altitudine di circa 11mila metri.

Il monitoraggio dei timing è stato effettuato dal sito specializzato Flightradar24 che ha dato l'annuncio della crociera eccezionale. Ovviamente si tratta di un fenomeno raro ma assolutamente naturale in presenza di correnti molto forti. Nella stessa notte, infatti, altri velivoli hanno fatto segnare tempi record o, in ogni caso, nettamente inferiori a quelli stimati in media.

Lo stesso è accaduto al Virgin Atlantic VS4, in questo caso un Airbus A350, che ha impiegato appena un minuto in più, 4 ore e 57 minuti, per viaggiare tra New York e Londra, mentre l’AZ609 dell’Alitalia, partito dal Jfk sabato pomeriggio, è atterrato la mattina dopo a Roma all’aeroporto di Fiumicino anticipando l’arrivo di circa un’ora rispetto all’orario previsto: 6 ore e 38 minuti contro le tradizionali 7 ore e 30 minuti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di gian td5

gian td5

Lun, 10/02/2020 - 15:32

Gentile Scognamiglio, il 747 non è un aereo supersonico , perché lo definisce tale? Il tempo record di percorrenza è dovuto semplicemente al fatto che si sono sommate due velocità, quella del vento e quella dell'aereo, se il Boeing avesse superato per un solo istante la barriera del suono sarebbe finito in pezzi.