Stati Uniti, Obama verso la nomina del nuovo "ministro della Giustizia"

Potrebbe essere Loretta Lynch, donna e afroamericana. Prenderà il posto del dimissionario Holder. L'annuncio non prima del viaggio in Asia del presidente

In primo piano Loretta Lynch, sullo sfondo l'ex procuratore generale Eric Holder
In primo piano Loretta Lynch, sullo sfondo l'ex procuratore generale Eric Holder

La decisione di Eric Holder era stata resa nota a fine settembre. Il procuratore generale degli Stati Uniti aveva annunciato di voler lasciare il suo posto non appena fosse stato trovato un nome per sostituirlo alla guida del dipartimento di Giustizia.

Un annuncio ufficiale non è ancora stato fatto e potrebbe volerci ancora qualche tempo, ma sembra che il presidente Obama abbia scelto chi sarà a prendere il posto di Holder. Dal ventaglio di nome dei papabili è emerso più chiaramente nelle ultime quello di Loretta Lynch, già procuratore per il Distretto est di New York.

La donna, che se nominata sarebbe la prima donna afroamericana a ricoprire l'incarico, la seconda afroamericana dopo lo stesso Eric Holder, ha nel suo curriculum risultati importanti soprattutto nella difesa dei diritti civili, cosa che secondo i media statunitensi potrebbe non guastare per gestire casi come l'uccisione di Michael Brown a Ferguson.

La nomina della donna dovrà passare dal Senato, in mano ai Repubblicani dopo l'esito delle recenti elezioni di midterm. Non sembra che il presidente Obama sia intenzionato a dare l'annuncio prima del suo viaggio in Asia, che lo impegnerà dal 10 al 16 del mese, in una serie di incontri tra la Cina e Burma, per concludersi in Australia.

Commenti