Parigi, i gilet gialli sugli Champs Elysees. Scontri con la polizia

Migliaia di manifestanti, sebbene la manifestazione mattutina non fosse stata autorizzata

Parigi, i gilet gialli sugli Champs Elysees. Scontri con la polizia

La manifestazione non era stata autorizzata, ma sugli Champs Élysées si sono comunque radunati a migliaia. Tutti con il gilet giallo, il simbolo della protesta. Mattinata di scontri nel cuore di Parigi: dalle prime ore del giorno i manifestanti che da una settimana protestano contro l'aumento dei prezzi della benzina si sono riuniti nel cuore della capitale. Il ritrovo non era stato consentito dalle forze dell'ordine: la manifestazione autorizzata si doveva tenere a partire dalle 14 nella zona di Champ de Mars, vicino alla Tour Eiffel. Ma i gilet gialli non hanno desistito.

L'obiettivo era sfilare nei pressi dell'Eliseo e degli altri palazzi del potere, al grido di "Dimissioni per Macron" e "La polizia con noi". Invece i gendarmi hanno reagito: secondo quanto riportato dall'agenzia Afp, i poliziotti hanno utilizzato gas lacrimogeni e idranti per respingere i manifestanti.

Mobilitazioni sono segnalate anche nell'area intorno a Parigi. Dopo la prima grande ondata di proteste, che sabato scorso ha portato nelle strade oltre 250mila persone, i gilet gialli non si sono fermati. Circa 36mila persone hanno risposto su Facebook all'appello a scendere in piazza a Parigi, lanciato dagli organizzatori del movimento. L'obiettivo era arrivare fino a Place de la Concorde, ma il ministero dell'Interno e la prefettura di Parigi hanno scartato l'ipotesi per ragioni di sicurezza proponendo come luogo alternativo il Champ-de-Mars. A loro volta i cosiddetti 'gilets jaunes' hanno rifiutato questa soluzione spiegando di non voler essere tenuti lontani dai luoghi del potere parigino. E hanno quindi inviato un "comunicato", firmato "I cittadini francesi" e pubblicato sui social, annunciando un "raduno di individui su iniziative personali", "tutto il giorno" nel "distretto degli Champs Élysées" .

Solo intorno alle 19 le forze dell'ordine hanno sgomberato gli Champs Élysées e la situazione è lentamente tornata alla calma, con la circolazione riaperta al traffico delle automobili su place de la Concorde.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento