Il presidente di China Media Group critica le fake di alcuni media occidentali

Shen Haixiong: "Sono dispiaciuto per aver riscontrato un fenomeno di 'cecità selettiva' nei reportage sulla Cina prodotti da alcuni media occidentali che hanno diffuso notizie false e imprecise – non diverse talvolta dalla fiction letteraria – distorcendo i fatti reali"

Il primo gennaio, sul sito web di America Business News, è stato pubblicato un testo in cui il presidente di China Media Group, Shen Haixiong, criticava alcuni media occidentali per aver diffuso notizie false sulla Cina, non distanti dalla fiction letteraria.

Nel suo messaggio di Capodanno il presidente di China Media Group ha criticato alcuni media occidentali per aver diffuso notizie false e imprecise sulla Cina. Shen Haixiong ha inoltre definito tali news "cariche di pregiudizi", simili a finzione letteraria e contrarie all’etica professionale che impone ai giornalisti di attenersi alla realtà dei fatti.

Dopo aver parlato degli scambi e delle cooperazioni amichevoli svolte da China Media Group nel 2019 con oltre 150 aziende internazionali che operano nel settore dei media, il presidente Shen Haixiong ha rivolto accuse dirette ad alcuni mezzi d'informazione occidentali: "Sono dispiaciuto per aver riscontrato un fenomeno di 'cecità selettiva' nei reportage sulla Cina prodotti da alcuni media occidentali che hanno diffuso notizie false e imprecise – non diverse talvolta dalla fiction letteraria – distorcendo i fatti reali".

Shen Haixiong ha inoltre osservato che la realtà è il cuore di una notizia e che, se nello scrivere e pubblicare reportage ci si affida solo all’immaginazione, si infliggere un grave danno alla credibilità di qualsiasi media. Il presidente ha aggiunto che questo aspetto merita la vigilanza di ogni direttore di azienda che opera in questo settore e che sia intenzionato a rispettare la deontologia professionale.

Shen Haixiong ha inoltre garantito che China Media Group continuerà a ricoprire una posizione obiettiva e imparziale per trasmettere la verità e la voce della giustizia a tutto il mondo.

Nel suo discorso di fine anno, Shen Haixiong ha ripetutamente posto l’accento sulla copertura completa, equa e obiettiva dei temi più importanti a livello internazionale, sulla "eliminazione delle barriere e dei pregiudizi". Considerando le parole del suo presidente e il lavoro svolto da China Media Group, questa grande azienda non è oggi un’agenzia di propaganda focalizzata sugli affari interni della Cina, piuttosto un media internazionale di primo livello. Questo sta a significare che ci saranno nuovi cambiamenti nel panorama internazionale della comunicazione.

Che cos'è China Media Group

China Media Group è la principale azienda cinese che opera nel settore dei media, nata dalla fusione di China Central Television (CCTV) con due stazioni radiofoniche nazionali.

Nonostante China Media Group abbia solo due anni di storia, ha diffuso notizie e servizi con metodi innovativi e ha rinnovato profondamente il settore dei media. L’azienda ha istituito il primo ed unico laboratorio nazionale per la produzione e la trasmissione di contenuti audiovisivi in Ultra HD, ha fondato la piattaforma 5G “Yangshipin” per i nuovi media e ha creato oltre 200 dossier e programmi di alta qualità.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.