Il presidente iraniano "dà buca" a Hollande: "Niente vino a tavola"

Alcool e religione vanno poco d'accordo. Annullata la cena prevista per la sua visita a Parigi

Il presidente iraniano "dà buca" a Hollande: "Niente vino a tavola"

I francesi le hanno provate tutte per evitare che quella che doveva essere solo un'altra cena ufficiale diventasse un motivo di imbarazzo, ma la delegazione iraniana ha avuto la meglio. E così l'occasione è stata annullata, con gran scorno di François Hollande.

Il presidente iraniano Hassan Rouhani avrebbe dovuto cenare all'Eliseo insieme al Presidente francese in occasione della sua visita, il prossimo 16 novembre. Peccato che a Parigi non avessero pensato a un piccolo particolare: l'islam proibisce l'alcool e di sedersi a un tavolo dove ci sarebbe stato anche del vino gli iraniani, giusto o sbagliato che sia, non ci pensavano nemmeno.

Rouhani sabato metterà piede in Italia, primo presidente iraniano ad arrivare in Europa in un decennio, prima di proseguire il suo tour nel Vecchio continente con la visita ufficiale in Francia. Ma prima ancora di superare le Alpi il suo arrivo è riuscito a fare notizia, nonostante il tentativo dell'Eliseo di metterci una pezza.

Se cena non poteva essere, avevano pensato i francesi, si poteva rimediare con una "colazione di lavoro" con Hollande. Ma l'idea, forse perché troppo poco formale, è stata respinta. E della cena - tra francesi restii a levare il vino da tavola e iraniani molto poco malleabili - non si farà più niente.

Commenti