Schillaci: "Mi pento di aver ​preso a testate Baggio"

"Leggevo certe cose su mia moglie Rita, ero furioso. Lui col piede muoveva il giornale: non darci importanza, ripeteva. E muoveva il giornale. Mi alzai e gli diedi una testata"

Schillaci: "Mi pento di aver ​preso a testate Baggio"

"Per un calciatore il sesso è facile. Cercavo attenzioni. A Torino sono stato discriminato. Offese, sfottò, le scritte sotto casa. Andai in crisi. Convertivo la rabbia in sesso. Ho tradito molto. Ma il tradimento è come una bibita gassata. Toglie la sete subito, poi hai di nuovo la gola secca". Totò Schillaci si racconta in una lunga intervista a Repubblica. Ricorda aneddoti e si pente di alcune cose fatte in passato.

"Sbagliai a minacciare Poli dicendogli: ti faccio sparare. Ma lui aveva sputato, il gesto più volgare. Chi ti vuole sparare, dai, non ti avverte". E su Roberto Baggio: "Mi pento di quella volta con Roberto Baggio. Leggevo certe cose su mia moglie Rita, ero furioso. Lui col piede muoveva il giornale: non darci importanza, ripeteva. E muoveva il giornale. Mi alzai e gli diedi una testata".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti