Lo sfregio di Google a Putin: la ​Crimea "torna" all'Ucraina

Google aggiorna le mappe con i toponimi vicini a Kiev. Scooppia il caos. L'ira della Crimea

La propaganda corre anche sulla toponomastica. Google Maps ha, infatti, cambiato i nomi delle strade della città allineandosi al diktat della politica ucraina che ha vietato ogni riferimento al passato sovietico. Uno strappo che ha mandato su tutte le furie le autorità della Crimea. "È difficile capire perché Google promuova l'isteria 'russofobica' di Kiev", ha dichiarato il presidente di Crimea, Serguéi Axiónov, spiegando che, assecondando l'Ucraina, "Google confonde gli utenti con l'introduzione di un prodotto di propaganda invece che una mappa con i veri nomi delle città di Crimea".

Ieri Vladimir Putin ha firmato un decreto per l'unificazione della Crimea al Distretto federale meridionale della Russia. Vladimir Ustinov, già capo del vecchio Distretto (senza la Crimea) ed ex ministro della Giustizia, è stato designato plenipotenziario nel nuovo Distretto federale meridionale. Fino ad oggi il Distretto meridionale, fondato il 13 maggio 2000 con decreto del presidente russo Putin, ha raggruppato sei entità territoriali russe: le Repubbliche di Adighezia e di Calmucchia, il Territorio di Krasnodar, le Regioni di Astrakhan, Volgograd e Rostov. Il centro amministrativo del Distretto federale meridionale è la città di Rostov sul Don.

Secondo l'Istituto federale per le statistiche (Rosstat) la popolazione del distretto ammonta a 14 milioni di persone di cui 8,8 milioni vivono nelle 79 maggiori città, e 5,2 milioni vivono in aree rurali. Secondo il censimento nazionale della popolazione condotto nel 2010, si tratta della maggioranza della popolazione russa (83,75%). Tra le minoranze, armeni (3,19%), ucraini (1,54), kazaki (1,48), i calmucchi (1,24). In Crimea la maggioranza russa ammonta al 58% del totale della popolazione (circa 1,9 milioni). La quota degli ucraini è del 24% e quella dei tatari è del 12%. La mossa di Google Maps rischia ora di scontentare un'ampia fetta della popolazione. Come ha spiegato anche Axiónov, gli utenti non hanno bisogno di "geografia politica", ma di essere aiutati a orientarsi in un territorio, quello di Crimea, annesso alla Russia dal marzo 2014. Il presidente di Crimea ha anche accusato l'Ucraina di "russofobia cavernicola" per cercare di "distruggere tutto ciò che ricorda la storia comune tra l'Ucraina e la Russia".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

idleproc

Ven, 29/07/2016 - 09:06

Per fargli venire un "gastrico" inteso come versamento biliare o sommovimento di viscere e complicargli il lavoro di intercettazione, uso da un bel pò Yandex. I server stanno obbligatoriamente nella Federazione Russa a differenza dela cosiddetta europa. E' il libero mercato regà, uno sceglie anche da chi si vuol fare spionare, ammesso che gli freghi farlo..

Massimo25

Ven, 29/07/2016 - 09:12

Ma la russia non potrebbe trovare un sistema per mettere al bando Google e Yahoo..sono americane ed é chiaro che sono monopolizzate dalla politica infame usa..

routier

Ven, 29/07/2016 - 10:02

Ho fatto il piccolo sforzo di leggermi la storia della Crimea e nonostante antiche e alterne vicende socio/politico/militari, risulta, in maggioranza, etnicamente russa.- I tenici di Google invece di adeguarsi al politicamente corretto, dovrebbero tornare a scuola.

unz

Ven, 29/07/2016 - 10:45

sai a Putin che stracazzo gliene frega

roseg

Ven, 29/07/2016 - 12:37

unz ahahaha hai ragione condivido, Putin non dormirà dopo avere letto la notizia.

Ritratto di Valance

Valance

Ven, 29/07/2016 - 12:39

E una decina di megaton sulla sede della google?.. Così, solo per farli ragionare.

Albius50

Ven, 29/07/2016 - 13:08

Io personalmente GOOGLE l'ho già messo nella lista degli INDESIDERATI, le alternative ci sono.

lucaberardi

Ven, 29/07/2016 - 13:20

Magari sarebbe da ricordare al giornalista che la Crimea È ANCORA parte dell'Ucraina per il diritto internazionale dato che è stata aggredita e invasa da Putin allo stesso modo in cui la Turchia ha occupato illegittimamente Cipro settentrionale negli anni '70 e il successivo referendum di annessione della Crimea è l'ennesima farsa in quanto avvenuto con la minaccia delle truppe russe presenti in Crimea e con gli stessi militari russi unici responsabili delle gestione delle operazioni di voto

gattogrigio

Ven, 29/07/2016 - 14:11

Limes, rivista italiana di geopolitica appartenente al gruppo editoriale l'espresso, qualche mese fa ha pubblicato una cartina in cui la Crimea risultava appartenere alla Russia e non all'Ucraina. Alle proteste dell'ambasciatore ucraino ha risposto che le sue cartine presentano la situazione per quella che è e non per quella che si vorrebbe che fosse e, n caso di ritorno della Crimea all'Ucraina, non avrebbero mancato di rimetterla li. Georealismo di Limes contro la propaganda politica di Google?

Fabiola72

Ven, 29/07/2016 - 14:14

@lucaberardi. Invasa da Putin? Putin here, Putin there, Putin cxxxxxo everywhere. Paranoico.

Ritratto di viktor-SS

viktor-SS

Ven, 29/07/2016 - 14:24

Sfregio? Putin manco le sente queste cose. Riguardo Google, Facebook e Yahoo, qualcuno di buona volontà dovrebbe adoperarsi perché nelle loro sedi USA torni a regnare incontrastato un bel deserto polveroso.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 29/07/2016 - 17:38

Routier credo che hai sbagliato libro. Rileggiti meglio la storia della Crimea. Questa era abitata da Tartari di Crimea che con la Russia centrano un ciufolo. Il buon compare Stalin li feve deportare in massa nella sterminate pianure siberiane ed ivi li ha lasciati morire di stenti, freddo, fame e malattie. Pochissimi sopravissero. Rientrarono in Crimea nella era dopo-Stalin. Nel frattempo, il baffone ripopoló la Crimea con gente di etnia principalmente russa e ucraina.

alox

Sab, 30/07/2016 - 00:26

Vi e' piaciuto l'ultimo referendum abitanti della Crimea? Speriamo di si' perche' sara' l'ultimo: su ORDINE DI PUTIN!https://meduza.io/en/news/2016/07/27/did-you-enjoy-your-last-referendum-crimeans-hope-so-because-russian-officials-say-you-re-not-getting-another

alox

Sab, 30/07/2016 - 00:27

hhahhahaa vi piaccia o meno siete RUSSI FOR EVER!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 30/07/2016 - 01:01

# lucaberardi 13:20 Anziché fare propaganda all'Ucraina si legga le percentuali di cittadini della Crimea che hanno aderito con un referendum alla Russia. Non ci venga a raccontare la storiella della minaccia delle truppe russe. Le bugie maldestre le lasci raccontare ai bambini che non sanno che all'interno dei seggi non entrano né truppe ne carri armati. Boccalone.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 01/08/2016 - 14:38

google è controllata dalla minuscola minoranza che spadroneggia negli USA.