Siria, l'Isis è entrato a Palmira. "Molti reperti portati in salvo"

Si combatte a breve distanza dal sito archeologico. Secondo attivisti locali gran parte della città è controllata dai jihadisti

Siria, l'Isis è entrato a Palmira. "Molti reperti portati in salvo"

Dopo alcuni giorni di combattimento, i miliziani del sedicente Stato islamico sono riusciti a sfondare le difesa della città di Tadmor, l'antica Palmira, e a penetrare nella città siriana, raggiungendone il centro. Secondo la televisione di Stato siriana, gli abitanti sono stati evacuati dalle milizie filo-governative, di fronte all'avanzata dei jihadisti.

La zona nuova della città si trova a qualche chilometri dall'area archeologica. Il direttore del Dipartimento delle antichità, Mamun Abdulkarim, ha detto ad Al Jazeera che centinaia di statue antiche sono state trasferite altrove proprio per evitare che l'avanzata dell'Isis potesse portare al saccheggio e alla distruzione di importanti pezzi di storia.

Gli uomini del sedicente califfo controllerebbero alcuni uffici governativi della città, ma si combatte ancora nella zona dell'aeroporto e della sicurezza militare, che fino a questo momento hanno retto e sono ancora nelle mani delle forze lealiste. Attivisti locali sostengono però che il 75% della città sia ormai caduto.

Tag

Commenti