"Sono stato io a inventare il Bitcoin"

Si chiama Craig Steven Wright ed è un imprenditore australiano. Ha svelato, in contemporanea a Bbc, The Economist e GQ, di essere lui l'inventore della moneta virtuale

"Sono stato io a inventare il Bitcoin"

L’imprenditore australiano Craig Wright ha detto di essere il vero creatore dei Bitcoin. L'annuncio lo ha dato lui stesso alla Bbc, all’Economist e a GQ. Secondo l’emittente britannica avrebbe fornito anche una prova tecnica, mettendo fine, in questo modo, ad anni di ipotesi e illazioni sfociate nel 2014 nella presunta, ma poi smentita identificazione di Satoshi Nakamoto come il padrino della moneta virtuale. Davanti a una troupe della Bbc Wright ha tracciato una firma digitale usando le chiavi crittografiche create anni fa a protezione di un primo blocco originario di Bitcoin, riconducibile appunto al creatore della valuta virtuale.

L’annuncio ha trovato credito nella comunità di coloro che utilizzano questo sistema di pagamento: "Credo che Craig Steven Wright sia davvero la persona che ha inventato i Bitcoin", ha detto Gavin Andresen, capo ricercatore di Bitcoin Foundation. Identica la convinzione dell’economista Jon Matonis, che di Bitcoin Foundation è stato uno dei fondatori.

Alla fine dell'anno scorso la rivista Wired, assieme all'americana Gizmodo, pubblicò un'inchiesta in cui sosteneva che l'australiano fosse l'ideatore del sistema virtuale, sulla base di una "gola profonda" (alcuni documenti trapelati ed email). "Questi sono i pacchetti utilizzati per inviare 10 bitcoin a Hal Finney nel gennaio 2009, la prima transazione", ha detto Wright durante la sua dimostrazione, in cui ha inviato messaggi firmati digitalmente e crittografati che creò durante lo sviluppo della moneta virtuale. Hal Finney fu uno degli informatici che diedero il proprio contributo alla creazione del protocollo. "Fui l'attore principale ma altre persone mi aiutarono", ha detto Wright citato dalla Bbc.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti