Una sparatoria all'aeroporto provoca morti e feriti in Florida

Cinque vittime nella zona bagagli dello scalo di Fort Lauderdale. Fermato il killer

Una sparatoria all'aeroporto provoca morti e feriti in Florida

Parlano al momento di tre morti e otto feriti le notizie che arrivano dagli Stati Uniti, dove diverse persone sono rimaste coinvolte in una sparatoria nell'area restituzione bagagli al Terminal 2 dell'aeroporto Fort Lauderdale in Florida.

Una parte dell'aeroporto è stata evacuata come misura precauzionale, con molti passeggeri spostati sulla pista d'atterraggio, e poi fatti rientrare, mentre si cerca di capire chi abbia sparato e per quale motivo.

"Tutto sembra ora calmo, ma la polizia non lascia uscire nessuno dall'aeroporto", ha twittato Ari Fleischer, ex portavoce del presidente George W Bush. Quello che sembra certo è che non si tratterebbe di terrorismo.

Un uomo armato, che indossava una maglietta con un'immagine di Star Wars, è stato fermato. Si chiamerebbe Esteban Santiago l'uomo che ha sparato, uccidendo diverse persone, un militare di 26 anni. Lo hanno riferito Ncb News e Msnbc.

"Non abbiamo conferma di alcuna seconda sparatoria", ha dichiarato alla stampa lo sceriffo locale, Scott Israel, dopo che la notizia di un altro uomo armato si era diffusa.

"Monitorando la terribile situazione in Florida - ha scritto su twitter il neo presidente Donald Trump -. Ho appena parlato con il governatore Scott. Pensieri e preghiere per tutti. State al sicuro".

Commenti