Coronavirus

"AstraZeneca ha un'efficacia limitata". E il Sudafrica sospende il vaccino

Sarebbero deludenti i risultati contro la variante indigena del Covid-19

"AstraZeneca ha un'efficacia limitata". E il Sudafrica sospende il vaccino

Il Sudafrica ha sospeso temporaneamente l’inoculazione del vaccino AstraZeneca dopo che uno studio ha rivelato che l'antidoto inglese avrebbe un'efficacia ridotta contro la variante sudafricana, mostrando risultati ritenuti deludenti. Ad annunciarlo è stato annunciato il ministro della Salute, Zweli Mkhize, alla luce dei risultati secondo i quali il vaccino offrirebbe una protezione limitata contro la variante del Covid identificata nel Paese africano. Il ministro ha inoltre dichiarato che il governo sudafricano aspetterà comunque ulteriori consigli su come procedere al meglio con il vaccino Oxford-AstraZeneca.

Il Sudafrica stoppa AstraZeneca

I risultati sono emersi da uno studio condotto dall'Università del Witwatersrand di Johannesburg, ancora incompleto e non sottoposto a una revisione paritaria, la peer review. Lo studio afferma che non si è potuta "accertare l'efficacia contro casi gravi della malattia e nei casi di ospedalizzazione perché i soggetti esaminati erano giovani adulti in salute". La variante sudafricana rappresenterebbe circa il 90% dei nuovi casi riscontrati nel Paese. Lo studio in questione ha coinvolto un numero pari a 2mila persone, e ha scoperto che il vaccino offre una protezione minima contro i casi lievi e moderati di Covid-19.

La scorsa settimana il Sudafrica aveva ricevuto 1 milione di dosi del vaccino AstraZeneca e la prossima settimana avrebbe dovuto iniziare la campagna di vaccinazione. A febbraio è prevista la consegna di altre 500mila dosi. I vaccini ottenuti dal Paese africano scadranno ad aprile e, come spiegato dal ministro, saranno conservati fino a quando gli scienziati non daranno chiare informazioni sul loro utilizzo.

Da ricordare che il Paese è ufficialmente quello maggiormente colpito del continente con oltre 1,5 milioni di casi e più di 46mila morti. Intanto, Mkhize ha fatto sapere che nelle prossime settimane il governo metterà a disposizione i vaccini prodotti dalla Johnson & Johnson e da Pfizer-Biontech. Sarebbero in corso anche discussioni con altri laboratori, soprattutto con Moderna e il produttore russo di vaccini Sputnik V.

Una protezione limitata

Secondo quanto reso noto nella giornata di ieri, l’Organizzazione mondiale della Sanità discuterà oggi, tramite un gruppo indipendente di studio, proprio dell'efficacia del vaccino di AstraZeneca riguardo la variante del Covid identificata in Sudafrica. Ad annunciarlo è stata l'epidemiologa e capo dell'unità di crisi, Maria Van Kerkhove, in una intervista alla Cbs. Secondo quanto riportato dalla Cnn, l'azienda farmaceutica avrebbe registrato una protezione limitata contro i casi moderati di contagio da variante, ma lo studio non è stato ancora stato reso pubblico. Il Sudafrica prevede di vaccinare almeno il 67% della popolazione entro la fine dell'anno, ovvero circa 40 milioni di persone. Nonostante il vaccino AstraZeneca/Oxford sia stato approvato da diversi Paesi, altri preferiscono utilizzarlo solo per gli under 65, a causa dell'insufficienza di dati sulle persone anziane.

Commenti