Terrore nel ritiro dei monaci Donna uccisa, preso il killer

Torna la paura in Francia: l'aggressore ha ucciso la custode della casa di riposo per missionari a Monferrier sur Lez, arrestato un ex dipendente dell'istituto

Terrore nel ritiro dei monaci Donna uccisa, preso il killer

La polizia francese ha messo in salvo 59 dei 60 monaci che si trovavano in un pensionato a Monferrier sur Lez, nel dipartimento di Herault, vicino a Montpellier, dove un uomo armato ha ucciso una donna. Gli agenti hanno perquisito tutti i piani dell'edificio, le cantine e le dependance riferisce Le Figaro citando fonti investigative.

L'autore del "gesto criminale", come lo ha definito la prefettura, è stato arrestato in serata ed è un uomo di 47 anni ex paracadutista ed ex dipendente dell'istituto, ulteriore conferma dell'assenza di legami con il terrorismo islamico che ha insanguinato la Francia negli ultimi due anni. L'uomo, incappucciato, imbracciava un fucile e un coltello, e con quest'ultimo, secondo una prima ricostruzione, ha colpito la custode della casa di riposo dopo averla legata. L'edificio è la casa di riposo per missionari africani 'Les Chenes Verts'. "Le motivazioni restano sconosciute", ha detto in una conferenza stampa il magistrato, assicurando poi che "non c'è alcun elemento che permetta di collegare i fatti al terrorismo islamico" ha precisato ancora Barret.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento