"Timori di un attacco aereo Usa". Si cerca di creare panico in Siria

Trump pronto all'attacco. Il Cremlino lo avverte: "Risponderemo a ogni missile". E, secondo Sky News Arab, i russi avrebbero portato Assad via dal palazzo di Damasco

In Siria la tensione è altissima. Il cacciatorpediniere americano USS "Donald Cook", armato con missili Tomahawk, ha lasciato il porto cipriota di Larnaca e si dirige verso il Mediterraneo orientale, per portarsi nel raggio d'azione di Damasco, accusata dall'Occidente di aver usato le armi chimiche lo scorso 7 aprile a Duma. Questa mattina, secondo Sky News Arab, il presidente Bashar al Assad avrebbe lasciato il suo palazzo a Damasco, accompagnato da un convoglio militare russo, nel timore di subire attacchi da parte delle forze aeree occidentali. Questa notizia è però stata poi smentita dal Cremlino. Questa notizia potrebbe esser stata data per creare panico tra i siriani e demoralizzarli.

Mosca ha più volte invitato le forze occidentali alla moderazione sottolineando che dovrebbero evitare di intraprendere azioni che potrebbero destabilizzare ulteriormente il Paese in guerra. "Tutte le parti - ha detto ai giornalisti il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov - evitino passi che in realtà non sono motivati da nulla e che potrebbero destabilizzare la già fragile situazione nella regione". Il monito è rivolto in modo particolare al presidente americano Donald Trump che, dopo la terribile strage di Douma, ha annullato il viaggio in America Latina per seguire da vicino gli sviluppi in Siria e mandare ad Assad "una risposta forte". La stessa risposta che è pronto a dare anche il presidente Emmanuel Macron. Per Mosca, l'avvicinarsi alla Siria del cacciatorpediniere americano è "il segnale di un'escalation della situazione" e può essere visto come un elemento di "intimidazione" anche se, come ha spiegato la Marina, "gli Stati Uniti non oseranno colpire apertamente la Siria, per via della presenza di navi e sottomarini russi nel Mediterraneo".

Che la guerra possa essere a un passo, lo dimostra anche l'allert inviato nella notte da Eurocontrol. Aspettandosi un attacco areo da parte degli Stati Uniti "nelle prossime 72 ore", hanno avvertito tutte le compagnie aree di fare molta attenzione quando percorrono le rotte sul Mar Mediterraneo. Nello stesso senso va letta la notizia data da Sky News Arab di Assad che in mattinata ha lasciato il suo palazzo di Damasco. Un convoglio militare russo lo ha, infatti, portato via nel timore di subire attacchi da parte delle forze aeree occidentali. Ad ogni modo l'ambasciatore russo in Libano, Alexander Zasypkin, ha già messo in chiaro chiaro che Mosca risponderà a qualsiasi attacco: "Abbatteremo qualsiasi missile e colpiremo le posizione da dove sono stati lanciati".

Mosca smentisce

Dmitry Sabin, coordinatore del gruppo parlamentare russo di contatto con il Parlamento siriano, ha detto: "Il presidente siriano, Bashar al Assad e la sua famiglia, sono ancora a Damasco. Contiamo di incontrarlo per discutere la situazione e sostenere il popolo siriano nella lotta al terrorismo".

Commenti

Maura S.

Mer, 11/04/2018 - 12:59

Un altro presidente americano drogato di potere...niente da fare, gira e rigira le carte si torna sempre alla solita stupidità degli americani che credono di essere ancora i padroni del mondo.

investigator13

Mer, 11/04/2018 - 13:06

chissà se gli scimuniti americani si sarebbero aspettati una mossa del genere fregandoli sul nascere il conflitto con la Siria per sbarazzarsi di Assad. Putin sempre invisibile ma onnipresente, come con il premier turco avvisandolo in tempo che gli americani volevano ucciderlo.

gianfranco1966

Mer, 11/04/2018 - 16:01

io sono di destra ma putin non è il mio idolo per il semplice motivo che il russo difende un dittatore pazzo e sanguinario come assad. i russi sono e saranno sempre ambigui e poco democratici, io staro sempre con coloro che difendono e difenderanno, anche con la forza se servira, la democrazia e la liberta in questo mondo e cioe gli stati uniti d america.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 11/04/2018 - 16:54

Chissà perchè l'unico modo per gli americani e distruggere le città. Lo hanno fatto con noi, con la Germania e poi con altri. Siccome per loro è uno sport buttare palazzi d'epoca per fr posto ad altri nuovi, pensano che possono liberamente farlo con tutti. La Corea del Nord è avvertita.

cgf

Mer, 11/04/2018 - 17:27

@Maura S. anche lei è convinta che negli USA il reale commander-in-chief sia il Presidente?

Paolo Perticaroli

Mer, 11/04/2018 - 17:49

Una volta erano i parà tedeschi con gli alianti a mettere in salvo i dittatori. Oggi sono i militari russi. Come cambia il mondo. Oppure no.

Martinico

Mer, 11/04/2018 - 19:22

cgf hai perfettamente ragione

aredo

Mer, 11/04/2018 - 19:23

@gianfranco1966: Assad dittatore pazzo e sanguinario perchè ha ucciso i terroristi islamici di Al Qaeda foraggiati per anni da Barack Hussein Obama e Democratici USA ? Eh? Quindi "le primavere arabe" di Obama erano buone e giuste? Quindi Al Qaeda va bene e deve schiacciare Israele prima e tutto l' Occidente poi? Perchè la sinistra questo vuole ?

Divoll

Mer, 11/04/2018 - 19:26

@ gianfranco 1966 - Fare continue guerre a paesi che non hanno fatto nulla di male agli USA, da 60 anni a questa parte, lei me la chiama "difesa della liberta' e della democrazia"? Se questa e' la sua idea di liberta' e democrazia, la compiango.

Ritratto di Quasar

Quasar

Mer, 11/04/2018 - 20:04

Americani Francesi Inglesi ! Terroristi.

gio777

Mer, 11/04/2018 - 23:04

Occhio cow boy che ti fai male!!!