Dopo il titolo dell'Unità sulla morte di Castro, le scuse di Staino

Passo indietro sulla prima pagina del quotidiano: "Una parola è stato sostituita"

Dopo il titolo dell'Unità sulla morte di Castro, le scuse di Staino

Doveva essere diverso il titolo dell'Unità, quello pubblicato all'indomani della morte di Fidel Castro e che, nella versione uscita a stampa, recitava "L'ultimo del secolo delle illusioni".

Una frase che il direttore, Sergio Staino, deve avere giudicato piuttosto infelice, e comunque diversa da quanto aveva pensato, se è vero che il titolo doveva essere "L'ultimo del secolo dei sogni", e poi in edicola è uscito modificato.

"Se n'è andato l'ultimo del secolo dei sogni", un commento di una donna che si trovava con Staino una volta arrivata la notizia, e di cui il direttore dell'Unità avrebbe voluto fare la propria prima pagina. Ma così non è stato.

"Il secolo a cui si riferiva questa amica, quello cominciato nel 1870 con la Comune di Parigi e chiuso simbolicamente con la caduta del muro di Berlino, è stato davvero il secolo che ha generato dei grandi sogni", scrive il direttore.

"Immaginatevi quindi il mio scoramento - aggiunge - quando al mattino seguente, per un meccanismo perverso che mai avrei potuto immaginare, ho trovato nel titolo del mio giornale, la parola 'sogni' sostituita dalla parola 'illusioni'. Di questo mi scuso con tutti voi".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento