Muore il governatore dell'Assia: "Era preoccupato dal coronavirus"

Il ministro delle finanze dell'Assia, Thomas Schaefer, è stato trovato morto. Tra le ipotesi si fa strada quella del suicidio: "Era preoccupato di non riuscire a gestire le conseguenze economiche del coronavirus"

Il corpo senza vita trovato ieri dalla polizia accanto ai binari dell’alta velocità, all’altezza della città di Hochheim, tra Francoforte e Magonza, è quello di Thomas Schaefer, ministro delle Finanze dell’Assia. L’ipotesi su cui si concentrano gli inquirenti è quella del suicidio. Secondo il quotidiano Frankfurter Allgemeine Zeitung, che cita fonti vicine all’inchiesta, il politico 54enne della Cdu avrebbe lasciato un biglietto di addio con i motivi del gesto.

Per Volker Bouffier, il primo ministro della regione che ospita le principali istituzioni finanziarie tedesche ed europee, nell’ultimo periodo Schaefer sarebbe stato "profondamente preoccupato" dalle ripercussioni economiche del coronavirus sui propri concittadini. "Era sopraffatto dalle preoccupazioni", ha ribadito Bouffier. La principale era quella di trovare il modo di "soddisfare la grande aspettativa della popolazione in termini di aiuti finanziari", ha detto il governatore del Land, citato dalla Deutsche Welle.

"Per lui non c’era una via d’uscita - ha aggiunto - siamo scioccati, lo sono personalmente". Schaefer era apparso regolarmente in pubblico nell’ultimo periodo per informare i cittadini sulle misure economiche messe in campo dal governo regionale per affrontare l’emergenza sanitaria. Tra le figure più importanti e apprezzate dell’amministrazione dell’Assia, da dieci anni Schaefer guidava il dicastero delle Finanze ed era in lizza per succedere al primo ministro, nel caso in cui Bouffier avesse deciso di non correre alle prossime elezioni del 2023.

Negli ultimi giorni, secondo le testimonianze dei suoi collaboratori, "aveva lavorato giorno e notte" per gestire l’impatto economico della pandemia su imprese e famiglie. "È proprio in questo momento difficile che avevamo bisogno di persone come lui", ha detto il governatore vicino ad Angela Merkel. Quella della morte di Schaefer è una notizia "che ci ha colpito e ci ha lasciato tristi e sconvolti", ha scritto su Twitter la presidente dimissionaria della Cdu, Annegret Kramp-Karrembauer.

Si è detto scioccato anche Friedrich Merz, esponente di spicco dello stesso partito. "Era uno dei migliori come persona e come politico", ha scritto sui social network l’economista conservatore candidato a guidare i cristiano democratici. Il cordoglio è arrivato da tutte le parti politiche, dai Verdi alla Sinistra, e ha lasciato l'intera Germania a bocca aperta. Nei giorni scorsi il governo dell’Assia è stato tra quelli che si sono dichiarati disponibili ad accogliere i pazienti italiani affetti da Covid-19 e bisognosi di essere trattati in terapia intensiva.

"Siamo uniti nella crisi", aveva detto il premier regionale Volker Bouffier annunciando di aver risposto positivamente all’appello arrivato da Roma e Parigi per accogliere complessivamente 14 malati gravi affetti da coronavirus.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.