Trump attacca la Fed: "Il mondo esplode e loro alzano i tassi"

Il presidente degli Stati Uniti è tornato ad attaccare la Federal Reserve dopo l'ipotesi che mercoledì alzeranno di nuovo i tassi d'interesse: la quarta volta in un anno

Trump attacca la Fed: "Il mondo esplode e loro alzano i tassi"

Donald Trump torna ad attaccare la Fed. Per il presidente degli Stati Uniti è "incredibile" che la Federal Reserve stia pensando ad aumentare i tassi d'interesse. Sarebbe la quarta volta dall'inizio di quest'anno: e l'ipotesi potrebbe concretizzarsi già il prossimo mercoledì. "È incredibile che con un dollaro molto forte e praticamente senza inflazione, con il mondo esterno che esplode intorno a noi, con Parigi che sta bruciando e con la Cina in calo, la Fed stia addirittura considerando un altro aumento dei tassi di interesse", ha scritto Trump sul suo profilo ufficiale di Twitter.

L'attacco di del leader Usa nei confronti della Fed è solo l'ultimo di una lunga serie che ha visto coinvolto l'attuale capo della Casa Bianca, che non ha mai negati un approccio estremamente duro nei confronti della politica monetaria voluta dalla Federal Reserve. Tradizionalmente, i presidente degli Stati Uniti non hanno mai voluto influenzare la politica monetaria e hanno sempre evitato di entrare a gamba tesa sul tema dei tassi d'interesse.

Il problema è che, secondo molti osservatori, l'attacco di Trump non fa altro che rendere ancora più "obbligato" il rialzo dei tassi d'interesse. Se la Fed facesse marcia indietro, sostanzialmente darebbe l'avallo a una mancata indipendenza della banca centrale rispetto alla politica. E adesso, con il rialzo quasi dato per scontato, gli occhi sono puntati sul 2019.

Commenti